Astrazeneca, l’Unione Europea non rinnova l’ordine di vaccini dopo giugno: colpa delle consegne in ritardo

Il Messaggero Veneto ECONOMIA

In Italia sono ancora oltre un milione e mezzo le dosi non ancora somministrate del vaccino anglo-svedese.

Le maggiori quantità di Astrazeneca non utilizzate si hanno in Sicilia (52%), Provincia Trento (56%), Basilicata (57%).

Quelle di Astrazeneca sono la buona parte delle dosi nei frigo (3.567.248)

L’utilizzo del vaccino anglo-svedese è al 76% delle 6.565.080 di dosi consegnate.

Leggi anche Entro luglio in arrivo 54 milioni di vaccini: da giugno stop ad AstraZeneca. (Il Messaggero Veneto)

Su altri media

Le maggiori quantità di Astrazeneca non utilizzate si hanno in Sicilia (52%), Provincia Trento (56%), Basilicata (57%). L’utilizzo del vaccino anglo-svedese è al 76% delle 6.565.080 di dosi consegnate. (La Nuova Venezia)

Astrazeneca su di me ha funzionato e anche bene. C’era la paura, ma serviva anche il coraggio, l’esempio: l’ansia non si evita, si attraversa. (CatanzaroInforma)

Basta con i vaccini tenuti, mesi e mesi, nei frigoriferi dobbiamo andare avanti, vaccinare quanta più gente possibile” ha spiegato. (RagusaOggi)

Lo ha detto il commissario al Commercio interno europeo Thierry Breton su France Inter. (Gazzetta del Sud)

Si sono sentiti rispondere in molti da quando è stata avviata la campagna per gli under 80. Altri sono riusciti a farsi inserire nelle liste dei medici di base. (BrindisiReport)

La raccomandazione è quindi quella di limitare l'uso di AstraZeneca per ragioni di cautela estrema solo a chi abbia dai 40 anni in su. Per il momento è partita la richiesta da parte dell'Ema per avere «ulteriori dati dettagliati, inclusa un'analisi di tutti i casi segnalati, nell'ambito del prossimo rapporto di sicurezza» (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr