Siria, ergastolo in Germania a ex torturatore per Assad

Siria, ergastolo in Germania a ex torturatore per Assad
Ticinonews.ch ESTERI

Anwar Raslan, ex colonnello dei servizi di intelligence siriani con un ruolo di primo piano nella repressione del dissenso politico sotto Bashar al-Assad, accusato della morte di molti prigionieri e di migliaia di casi di tortura, è stato condannato all'ergastolo in Germania per crimini contro l'umanità. Il processo. La Suprema corte regionale di Coblenza si è espressa alla fine di un processo durato quasi due anni, da più parti definito “politico” e che si basa sul principio, applicato dalla giustizia tedesca, della giurisdizione universale. (Ticinonews.ch)

Su altri giornali

La sentenza della corte tedesca è la prima di questo genere e arriva alla vigilia dell'undicesimo anno del conflitto interno al paese mediorientale. L'arresto per Al-Gharib, entrato in Germania a luglio 2018 anch'egli come profugo, era scattato a febbraio 2019 a seguito di un'operazione congiunte della polizia tedesca e francese. (ilGiornale.it)

La sentenza oggi a Coblenza, dove poco meno di due anni fa è iniziato il processo. Il colonnello Raslan, oggi 58 anni, era stato arrestato a Berlino nel 2019. (Corriere della Sera)

La difesa potrà ricorrere in appello È una sentenza definita "storica" quella che ha pronunciato la Suprema corte regionale di Coblenza, in Germania, nei confronti del colonnello siriano Anwar Raslan (nella foto), condannato all’ergastolo perché riconosciuto colpevole di crimini contro l’umanità. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Germania, inflitto l’ergastolo al ‘torturatore di Assad’

I fatti contestati a Raslan risalgono agli anni tra il 2011 e il 2012, avvenuti durante tumulti popolari contro il governo Raslan dice di aver provato "rammarico e compassione" per tutte le vittime: sono almeno 60.000 le persone uccise sotto tortura nei centri di detenzione di Assad, secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani. (Euronews Italiano)

Tre anni fa, nel 2019, l’ex colonnello è stato arrestato a Berlino dove si trovava nelle vesti di rifugiato politico. Raslan, 58 anni, è stato colonnello dei servizi di intelligence sotto il regime siriano di Bashar al Assad e in questo contesto ha avuto un ruolo di spicco nella repressione di ogni forma di dissenso politico. (Open)

Anwar Raslan, il più alto esponente del sistema repressivo siriano finora arrestato all’estero, era stato arrestato a Berlino nel 2019. Questi stessi oppositori al regime lo avevano persino accreditato per partecipare nel 2014 ai “colloqui di pace” di Ginevra mediati dall’Onu. (laRegione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr