AstraZeneca ha annunciato il taglio delle dosi del vaccino alle Regioni

AstraZeneca ha annunciato il taglio delle dosi del vaccino alle Regioni
AGI - Agenzia Giornalistica Italia ECONOMIA

Nel Lazio, ad esempio, a fronte di circa 70mila dosi previste, ne arriveranno 9mila in meno, e all'Emilia-Romagna è stata annunciata una decurtazione di 4-5mila dosi.

n taglio delle dosi di vaccino previste questa settimana è stato annunciato da AstraZeneca alle Regioni.

L'Italia tuteli gli interessi nazionali e le programmazioni delle Regioni, intanto prepariamoci alla produzione di vaccini validati da Ema e Aifa da parte delle nostre aziende". (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Su altri media

A pochi minuti dalla Conferenza delle Regioni prevista per il tardo pomeriggio di oggi, 20 febbraio, alcuni governatori hanno ricevuto una comunicazione da AstraZeneca, che ha annunciato un taglio delle forniture sui vaccini. (Open)

Sul fronte delle adesioni alla campagna, si è raggiunto quasi il 65% degli aventi diritto tra gli over 80, con adesioni a quota 454.081 Lombardia. In tutto prime dosi a 12.625 persone, in aumento gli anziani rispetto alle circa 4mila di giovedì Milano. (IL GIORNO)

Insomma, l’esecutivo Draghi deve reperire più dosi, poi serve personale per vaccinare, con un accordo quadro con i medici di base. (La Sicilia)

AstraZeneca taglia le forniture all'Italia, dal 10 calc15% di vaccini in meno

E poiché per ricevere più vaccini da chi li produce ci vorrà tempo non ci resta che usare meglio quelli che abbiamo (o avremo il prossimo mese) nei nostri frigoriferi”. La prima: “ Abolire le assurde distinzioni fra i vari vaccini. (l'Immediato)

Il taglio nazionale, comunicato a varie Regioni, sulle dosi in arrivo questa settimana, si aggirerebbe intorno al 15%. L'azienda si difende: “Il piano sarà rispettato” Condividi:. Un rallentamento nelle consegne dei vaccini Astrazeneca ha scatenato una polemica che ha coinvolto diverse Regioni italiane (LO SPECIALE VACCINI - LO SPECIALE COVID - TUTTI GLI AGGIORNAMENTI). (Sky Tg24 )

Ed innervosisce ancora di più le regioni impegnate a rimodulare il piano vaccinale per le dosi ancora una volta meno del previsto. Lo afferma l'azienda precisando che "se qualcuno offre vaccini attraverso il settore privato potrebbe trattarsi di vaccini contraffatti e come tali vanno segnalati alle autorità competenti (l'Adige)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr