Covid Veneto, oggi 1.244 contagi: bollettino 20 febbraio

Covid Veneto, oggi 1.244 contagi: bollettino 20 febbraio
Adnkronos SALUTE

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 44.145 tamponi

Sono 18 i morti registrati nelle ultime 24 ore nella regione.

Sale così a 325.789 il numero dei casi totali, mentre per quanto riguarda le vittime sono 9.701 dall'inizio della pandemia.

Gli attualmente positivi sono 21.787, inclusi 100 pazienti in terapia intensiva e 772 in area non critica.

(Adnkronos). Sono 1.244 i nuovi contagi di Coronavirus in Veneto secondo il bollettino di oggi, 20 febbraio. (Adnkronos)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Colpisce la proposta di realizzare l’asse autostradale Nogara - Mare adriatico per 2 miliardi di euro, ma con priorità 2, tanto che certamente non sarà realizzata. Parliamo di un piano del valore di 25 miliardi di euro, che rappresenta lo strumento di programmazione e rilancio dell’economia veneta. (VeronaSera)

L’incubo di affrontare ogni giorno, io come Governatore, ma anche tutta la squadra che mi ha affiancato, bollettini di dolore, con positivi, ricoveri, terapie intensive, deceduti, un lockdown drammatico e spettrale. (Il Mattino di Padova)

Zaia spinge sui vaccini: la richiesta a Draghi. In questo quadro di rinnovato allarme, il governatore Zaia freme per avere più vaccini e subito. Anche per questo Zaia e gli altri governatori si confronteranno in una Conferenza delle Regioni nel pomeriggio di sabato 20 febbraio. (Money.it)

Zaia: "Disastro Ue sui vaccini, per forza si prova a fare da soli"

«Non lo dico come sfida ma è inevitabile che con una regia debole un territorio occupi gli spazi lasciati liberi - osserva -. Ci hanno cercato gli altri - spiega Zaia sulla faccenda vaccini in Veneto - (Il Giornale di Vicenza)

Sul Corriere della Sera il governatore del Veneto Luca Zaia solleva il problema dell’emergenza vaccini e della necessità di cambiare passo nelle somministrazioni. Ma non è nostro compito stabilire se dietro questo pullulare di offerte ci siano i vaccini o le truffe (L'agone)

“Siamo sulla buona strada, che è quella della concertazione e del coinvolgimento di tutti gli attori del nostro sistema sanitario per rispondere con forza alla pandemia”, aggiunge L’accordo ha ottenuto l’adesione di tutti i sindacati; saranno coinvolti circa 35mila medici di famiglia. (RovigoInDiretta.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr