L'accordo per il nuovo governo della Germania

L'accordo per il nuovo governo della Germania
Più informazioni:
TIMgate ESTERI

Per Sholz, intervenuto in conferenza stampa a Berlino, il nuovo governo “è una coalizione tra pari”, pensato per “rafforzare la coesione sociale e rendere migliore il Paese”

Altri punti centrali del programma di governo sono: legalizzazione della cannabis, estensione del diritto al voto ai 16enni, aumento del salario minimo, creazione di una commissione di esperti sul Covid-19 che su base quotidiana informerà il governo sull’andamento dell’epidemia. (TIMgate)

Ne parlano anche altre fonti

Il nuovo ministero Economia e Clima non sostituirà il ministero dell’Ambiente, che rimane un dicastero a parte. Quella che nasce in Germania - con l’accordo di governo siglato da socialdemocratici, verdi e liberali - è “una coalizione tra pari”, che punta a “rendere migliore il Paese”. (L'HuffPost)

Dall’innalzamento del salario minimo alla svolta sulle rinnovabili, dal tetto sugli affitti alle nuove regole su aborto e identità di genere, fino alla nuova legge di cittadinanza per gli immigrati, legalizzazione della cannabis e giro di vite contro l’estremismo. (Il Manifesto)

L'attesa per la formazione del nuovo governo in Germania è finita, a due mesi dalle elezioni che hanno incoronato vincitrice la coalizione semaforo composta da socialdemocratici, verdi e liberali. (L'Espresso)

Il nuovo programma di governo tedesco: via dal carbone entro il 2030 e tante rinnovabili

Germania, accordo per il governo del socialdemocratic Scholz con ambientalisti e liberali. Agli Esteri la verde Baerbock dalla nostra corrispondente Tonia Mastrobuoni. (reuters). Alle Finanze il liberale Lindner. (La Repubblica)

Non è finita: wi-fi stabile per una digitalizzazione vera della scuola In base al testo concordato, il contratto del futuro governo tedesco prevede di estendere ai minori di 16 anni il diritto di voto alle europee e alle federali. (Orizzonte Scuola)

Legge sull’azione per il clima & emissioni negative. Attuare un programma di azione immediata per la protezione del clima. “Il nostro obiettivo è di almeno 15 milioni di auto completamente elettriche entro il 2030”, indica il trattato. (Qualenergia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr