Aerei: Ryanair risolve il problema dei “Voli Fantasma” di Lufthansa

Aerei: Ryanair risolve il problema dei “Voli Fantasma” di Lufthansa
Ferrovie.info ECONOMIA

Lufthansa si lamenta dei “voli fantasma”, non per la tutela ambientale, ma piuttosto per tutelare ulteriormente il regime degli slot e per proteggere i propri slot, che non utilizza, eliminando la concorrenza e la libera scelta dei consumatori.

Se Lufthansa non vuole operare “voli fantasma” per proteggere i suoi slot, allora è sufficiente vendere questi posti a tariffe basse e contribuire ad accelerare la ripresa dei viaggi aerei a corto e lungo raggio da e verso l’Europa. (Ferrovie.info)

Su altri media

Alla sospensione della normativa nel periodo di massima crisi per la pandemia, ha fatto seguito la reintroduzione con un margine percentuale inferiore, destinato a salire dal 50 al 65% (Teleborsa)

E il ceo Michael O'Leary rincara: "Lufthansa ama piangere lacrime di coccodrillo per l'ambiente mentre fa di tutto per proteggere i suoi slot. Se queste decidono di continuare a operare voli vuoti o quasi vuoti è perché lo hanno deciso". (Tp24)

Tra gli esempi citati dall’emittente a stelle e strisce, non manca Lufthansa, il cui amministratore delegato Carsten Spohr ha affermato recentemente che verranno operati 18mila voli non necessari per mantenere gli slot assegnati. (Webitmag - web in travel magazine)

Voli fantasma, Ryanair sfida Lufthansa: “Abbassate i prezzi dei biglietti o vendete gli slot”

Continua la disputa sulla norma europea che disciplina il mantenimento degli slot negli aeroporti del Vecchio continente da parte dei vettori aerei. Alcuni analisti tedeschi sono certi che la norma europea non verrà abrogata, ma si sono detti sorpresi dall'annuncio dell'aviolinea tedesca, sostenendo che potrebbe combinare i voli negli slot oppure operare con velivoli più piccoli (AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency)

Per mantenere gli slot quindi le compagnie hanno fatto volare aerei vuoti. “Un volo a corto raggio su un 737 emette circa 18 tonnellate di CO2 all’ora, quasi il doppio di quello che una persona in Europa emette in un anno intero – ha commentato l’attivista Catherine Livesley, fondatrice del No fly travel club, intervistata da Euronews -. (SuperEva)

È proprio il caso di dirlo: tra due delle più grosse compagnie aeree europee, Ryanair e Lufthansa, volano gli stracci. Un numero di voli fantasma che sembra destinato a crescere nei prossimi mesi, stando a quanto dichiarato da Lufthansa. (EuropaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr