Fed, Powell al Senato: ‘ricorreremo a tutti gli strumenti per impedire che l’inflazione più alta diventi radicata nell’economia’

Fed, Powell al Senato: ‘ricorreremo a tutti gli strumenti per impedire che l’inflazione più alta diventi radicata nell’economia’
Finanzaonline.com ECONOMIA

Estratti del suo discorso sono stati resi noti nelle ultime ore.

Così Jerome Powell, presidente della Federal Reserve, nel discorso in calendario per la giornata di oggi, di fronte alla Commissione bancaria del Senato.

"Ricorreremo a tutti i nostri strumenti per sostenere l'economia e il solido mercato del lavoro e per impedire che una inflazione più alta diventi radicata".

"Oggi l'economia si sta espandendo al ritmo più veloce degli ultimi anni, e il mercato del lavoro è solido", dirà Powell al Senato, nell'audizione prevista per la sua conferma alla presidenza della banca centrale Usa. (Finanzaonline.com)

Su altre fonti

Nella testimonianza preparata per l'udienza, diffusa ieri, Powell ha affermato che la Fed utilizzerà i suoi strumenti "per evitare che una maggiore inflazione si rafforzi". I funzionari della Fed hanno segnalato che si aspettano tre aumenti di 25 punti base nel 2022 (Milano Finanza)

Milano guadagna lo 0,6%, Francoforte lo 0,9%, Parigi lo 0,8%, Londra lo 0,5% e lo Stoxx 600 lo 0,7%. Petrolio in rialzo nei due listini di riferimento: ii Wti scambia a 79,7 dollari al barile, il Brent è a quota 82,2 (Milano Finanza)

"Alla vigilia della pandemia, l'economia statunitense stava vivendo il suo 11° anno di espansione, il ciclo più lungo mai registrato. "Gran parte dell'inflazione è legata a perturbazioni provocate dalla pandemia e al disallineamento tra domanda e offerta", ha affermato Powell. (Milano Finanza)

Positiva la Borsa americana dopo le rassicurazioni di Powell

In Cina inflazione frena. Alle ore 8.10 circa, il Nikkei guadagna l’1,92% e gli indici Shenzhen e Shanghai avanzano rispettivamente dell’1,38% e dello 0,84%. Powell ha detto alla commissione bancaria del Senato che i funzionari non esiteranno ad agire se necessario per contenere le pressioni sui prezzi (Money.it)

Maggiori informazioni, tuttavia, dovrebbero arrivare dopo il primo meeting della Banca centrale che si terrà il 25 e il 26 di gennaio. La Fed dovrebbe chiudere l’asset purchase program entro marzo e poi iniziare le strette a partire da giugno. (Morningstar)

Dow Jones. S&P-500. Nasdaq 100. S&P 100. energia. beni di consumo secondari. informatica. utilities. beni di consumo per l'ufficio. Boeing. Salesforce.Com. Chevron. Apple. IBM. Merck. Procter & Gamble. (Teleborsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr