Carabiniere pestato: ricostruita la notte di follia, incastrati dai video – I NOMI

Carabiniere pestato: ricostruita la notte di follia, incastrati dai video – I NOMI
Lo Strillone Lo Strillone (Interno)

E’ il bilancio – in aggiornamento – della notte di follia avvenuta a Castellammare di Stabia.

Oltre a loro, è stato arrestato anche Manuel Spagnuolo: l’uomo accusato di aver rubato il borsello del carabiniere pestato mentre era a terra sanguinante e privo di sensi.

Su altri media

Mentre le indagini proseguono per individuare ulteriori complici nell’aggressione, i Carabinieri hanno documentato, inoltre, il furto del borsello del militare, che, mentre lo stesso, riverso in strada, era in attesa delle cure, è stato sottratto da un 42enne pregiudicato, estraneo alle precedenti colluttazioni: riconosciuto e sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso degli effetti personali del militare e conseguentemente arrestato In particolare, grazie all’analisi dei sistemi di videosorveglianza e alle ricostruzioni testimoniali, è stata individuata una parte del gruppo di aggressori, che, irritati dall’intervento del militare, lo hanno colpito sino a lasciarlo a terra privo di coscienza. (Il Fatto Vesuviano)

All’improvviso urla e spintoni, poi il coltello usato contro una ragazza, secondo le prime ricostruzioni, intervenuta per sedare la lite. Una violenta lite tra donne all’uscita di un locale ha rischiato di finire in tragedia. (Lo Strillone)

La vittima della brutale aggressione è una ragazza di 18 anni, di Castellammare di Stabia che ora è ricoverata all’Ospedale del Mare di Napoli. Un fendente all’addome e un altro alla schiena che ha finito per lesionarle un polmone. (Metropolis)

Ma, come detto, secondo gli investigatori alla fase più violenta dell’aggressione ha partecipato almeno una quinta persona. I primi quattro accusati di aver partecipato al raid della vergogna sono già finiti dietro le sbarre: Ferdinando Imparato (27 anni), Giovanni Salvato (22 anni) Pio Lucarelli (19 anni) e Pasquale D. (Metropolis)

A chi specula politicamente sulla vicenda e a chi critica l’operato delle forze dell’ordine: siete ridicoli e sprecate il fiato". E pagherete per quello che avete fatto, senza sconti". (Lo Strillone)

Alla 00.42 il carabiniere è privo di sensi, gli scooter con in sella giovani senza il casco sfrecciano via veloce. Così il carabiniere è intervenuto e ha pensato di «cristallizzare» la scena, riprendendo con il cellulare le targhe e i volti dei centauri per fornire una traccia investigativa. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr