Germania, nuovo governo in arrivo: “Non faremo andare i bimbi in scuole che cadono a pezzi”

Germania, nuovo governo in arrivo: “Non faremo andare i bimbi in scuole che cadono a pezzi”
Altri dettagli:
Orizzonte Scuola ESTERI

Non è finita: wi-fi stabile per una digitalizzazione vera della scuola

Germania, nuovo governo in arrivo: “Non faremo andare i bimbi in scuole che cadono a pezzi” Di. Nuovo governo in arrivo in Germania dopo le elezioni di settembre e la chiusura della lunghissima parentesi (59 giorni con Angela Merkel presidente pro-tempore).

In base al testo concordato, il contratto del futuro governo tedesco prevede di estendere ai minori di 16 anni il diritto di voto alle europee e alle federali. (Orizzonte Scuola)

Su altri media

Salario minimo a 12 euro e limite del minijob a 520. Il contratto di governo prevede che il salario minimo venga adeguato una sola volta nel 2022, salendo a 12 euro (ora è di 9.60 euro lordi). Nel 2022 e nel 2023 potranno inoltre essere chieste delle apposite esenzioni per investimenti effettuati nella direzione della protezione del clima. (il Mitte)

Sul salario minimo ha invece insistito il leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte per rilanciare la proposta pentastellata sul tema: «In Germania l'accordo di Governo aumenta il salario minimo orario a 12 € (L'Espresso)

Saranno questi tre partiti a formare il nuovo governo tedesco, con Olaf Scholz come cancelliere, che si insedierà probabilmente il 6 dicembre. L’hanno chiamata l’Alleanza del semaforo, perché i suoi colori sono il rosso dei socialdemocratici dell’Spd, il giallo dei liberali dell’Fdp e il verde dei Grünen, cioè appunto i Verdi. (Corriere della Sera)

L'accordo per il nuovo governo della Germania

La Germania è marchiata dal rosso fuoco dei contagi, Annalena Baerbock è in blu, ma il "semaforo" è verde: eccola, a due mesi dalle elezioni, l'inedita maggioranza formata da Spd, Verdi e liberali che segna l'addio all'infinita stagione merkeliana, e lo fa in mezzo ad una furente quarta ondata di pandemia che è tornata a fare paura ai tedeschi (La Repubblica)

E vorrebbe attendere addirittura fino al congresso del 4 dicembre, per ripartire le cariche del futuro gabinetto. Olaf Scholz, diversamente da Liberali e Verdi, non ha ancora sciolto la riserva sui nomi per i ministeri che andranno al suo partito. (Farodiroma)

Per Sholz, intervenuto in conferenza stampa a Berlino, il nuovo governo “è una coalizione tra pari”, pensato per “rafforzare la coesione sociale e rendere migliore il Paese” (TIMgate)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr