Fideuram sedotta dalla “scheggia di vetro” - Bluerating.com

Fideuram sedotta dalla “scheggia di vetro” - Bluerating.com
Bluerating.com ECONOMIA

Il trasferimento nella “scheggia di vetro”, pensata dallo studio di architettura Pelli Clarke Pelli Architects, dovrebbe avvenire il prossimo anno in un’ottica di post-pandemia e con una visione di riorganizzazione degli spazi a salvaguardia dei lavoratori in ufficio.

Il progetto non è ancora del tutto pronto, ma Torre Gioia 22 sta prendendo forma.

La sede attuale di Fideuram in Via Montebello è proprietà di Kryalos Sgr che la detiene tramite il fondo Arete, dopo averla acquistata da Covivio a 263,5 milioni assieme ad altri dieci immobili

Il team di Private Banking del Gruppo Intesa al momento dimora in via Montebello 18. (Bluerating.com)

Se ne è parlato anche su altre testate

Attualmente, il valore complessivo della proprietà è stimato in 147,5 milioni di dollari. Ha iniziato comprando una villa con quattro camere da letto e un ranch per 8,7 milioni di dollari. (Yahoo Finanza)

L’idea che si è fatta oramai strada ai piani alti di Ca’ de Sass, a quanto risulta a Il Sole 24 Ore, è infatti di trasferire l’intera divisione Fideuram (Il Sole 24 ORE)

Sono le richieste del pm Paolo Mandurino al termine della requisitoria del processo Ubi che si sta celebrando nell’aula magna dell’Università di Dalmine. Quattro anni e 2 mesi a Pierpaolo Camadini (Cds), 3 anni e 8 mesi a Mario Mazzoleni ed Enrico Minelli, entrambi ex Cds. (BergamoNews.it)

Giovanni Bazoli, per il caso Ubi banca procura di Bergamo chiede condanna a 6 anni e 8 mesi per il banchiere…

Tre anni a Federico Manzoni (ex Cds) come Carlo Garavaglia, e Flavio Pizzini (vice presidente Cdg), un anno e 8 mesi per Italo Folonari (segretario Ablp) e Angelo Ondei (ex presidente Confiab). Quattro anni e 2 mesi a Pierpaolo Camadini (Cds),3 anni e 8 mesi a Mario Mazzoleni ed Enrico MInelli, entrambi ex Cds. (Araberara)

Al centro dell'inchiesta il modo con cui, secondo la procura, le componenti bergamasche e bresciane di Ubi si sarebbero spartite per anni il controllo dell'istituto di credito Su Francesca Bazoli, la richiesta del pm è stata motivata "per non aver commesso il fatto", in merito all'accusa di ostacolo all'autorità di vigilanza. (la Repubblica)

Il rinvio a giudizio era stato deciso due anni fa dal gup di Bergamo, Ilaria Senesi. Tanto ha chiesto il pm di Bergamo Paolo Mandurino a carico dell’ex banchiere Giovanni Bazoli, presidente emerito di Intesa Sanpaolo che a dicembre compirà 89 anni, mentre per l’ex amministratore delegato di Ubi Victor Massiah è stata formulata una richiesta di condanna di 5 anni. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr