Nuovi scontri a Belfast nonostante appelli Gb e Dublino

Nuovi scontri a Belfast nonostante appelli Gb e Dublino
Rai News ESTERI

Così in una nota la portavoce dell'amministrazione Biden, Jen Psaki, in cui precisa che il presidente Usa - che ha origini irlandesi - è "fermo" nel sostegno a una "Irlanda del Nord sicura e prospera in cui tutte le comunità hanno voce e possono godere della pace conquistata a fatica"

Irlanda del Nord ​Nuovi scontri a Belfast nonostante appelli Gb e Dublino. Condividi. Nonostante gli appelli alla calma di Londra e Dublino, nuove violenze sono in corso stasera a Belfast, in Irlanda del Nord, da una settimana teatro di scontri che non si vedevano da anni. (Rai News)

Se ne è parlato anche su altri media

Gli episodi di violenza delle ultime ore rimandano a scenari sinistri che nessuno vuole rivedere. Restiamo fermi sostenitori di un l'Irlanda del Nord in cui tutte le comunità hanno voce e tutte le comunità godono dei guadagni di una pace conquistata a fatica ". (Euronews Italiano)

Disordini che hanno sconvolto l’Ulster nelle giornate pasquali e che hanno coinvolto giovani teppisti di età inferiore ai 14 anni. La questione del Servizio di Polizia dell’Irlanda del Nord (PSNI) è sempre stata al centro delle trattative per la pace nell’Ulster sin dagli accordi del Venerdì Santo. (Startmag Web magazine)

A Belfast è stato preso d'assalto un autobus di linea al quale è stato appiccato il fuoco. I am deeply concerned by the scenes of violence in Northern Ireland, especially attacks on PSNI who are protecting the public and businesses, attacks on a bus driver and the assault of a journalist. (L'Unione Sarda.it)

Le notti di Belfast

Nuovi disordini nell’Irlanda del Nord. La premier dell’Irlanda del Nord, Arlene Foster del partito unionista democratico filo-britannico, e la vice premier Michelle O’Neill, del partito nazionalista irlandese Sinn Fein, hanno entrambe condannato i disordini e gli attacchi alla polizia. (Gazzetta di Modena)

La polizia ha disperso i manifestanti con cannoni ad acqua a Belfast, con le manifestazioni di massa che nei distretti lealisti hanno colpito l'enclave britannica per la settima notte consecutiva . La folla, stando ai rapporti delle forze dell'ordine, avrebbe lanciato petardi e pietre contro gli ufficiali . (Sputnik Italia)

Due settimane fa, i primi a protestare erano stati gli unionisti (o lealisti), perlopiù protestanti e favorevoli alla permanenza dell’Irlanda del Nord nel Regno Unito. Tra questi c’erano anche 24 membri del Sinn Féin, il partito nazionalista che vorrebbe l’indipendenza dal Regno Unito. (ISPI)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr