In due mesi crollo dei ricoveri e delle terapie intensive

In due mesi crollo dei ricoveri e delle terapie intensive
Più informazioni:
AGI - Agenzia Italia SALUTE

In tutte le regioni italiane si conferma comunque il calo dei nuovi casi settimanali

alo dell'84% dei ricoveri per Covid nei reparti ordinari e -82% di quelli nelle terapie intensive.

(. Renata Gili, responsabile Ricerca sui servizi sanitari per la Fondazione GIMBE, sottolinea che "continua il progressivo svuotamento degli ospedali.

E' il dato relativo agli ultimi due mesi in Italia, come riferisce la Fondazione GIMBE, a conferma di un trend dell'epidemia che sembra decisamente volgere verso il meglio, grazie anche alla campagna vaccinale sempre più massiccia. (AGI - Agenzia Italia)

La notizia riportata su altre testate

La media giornaliera di persone testate per 100 mila abitanti (12 maggio-8 giugno) è pari a 167 (Media Italia 150). I calabresi appartenenti alla fasci 70-79 anni con ciclo completo è pari al 43,5% a cui aggiungere un ulteriore 35,1% solo con prima dose. (Gazzetta del Sud - Edizione Calabria)

Così il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, a Un Giorno da Pecora. “Se oggi ci sono più dosi di vaccino di altro tipo e la circolazione è bassa non prendiamo rischi” (LaPresse)

L’uso sui giovani è ormai anacronistico». Fondazione Gimbe si è poi espressa sulla delicata questione del vaccino AstraZeneca per i giovani Cartabellotta: «Ingiustificabile». A proposito dei dati sul tracciamento, il monitoraggio Gimbe evidenzia un’ampia disparità tra Regioni. (Open)

Covid, in due mesi crollano i ricoveri e le terapie intensive. Ma la pandemia abbatte l’aspettativa di vita

Nella settimana 2-8 giugno, per la Calabria, si evidenzia una performance in miglioramento sui casi attualmente positivi di Covid 19 per 100 mila abitanti, 460 (-20,2%), e risultano in diminuzione i nuovi casi rispetto ai sette giorni precedenti. (CatanzaroInforma)

La media giornaliera di persone testate per 100.000 abitanti (12 maggio8 giugno) è pari a 164 (Media Italia 150); la percentuale di popolazione con ciclo completo di vaccianzione è pari al 21,8% a cui aggiungere un ulteriore 19% solo con prima dose; la percentuale di over80 con ciclo completo è pari al 69,2% a cui aggiungere un ulteriore 9,8% solo con prima dose; la percentuale di popolazione 7079 anni con ciclo completo è pari al 42,3% a cui aggiungere un ulteriore 30,1% solo con prima dose; la percentuale di popolazione 6069 anni con ciclo completo è pari al 32% a cui aggiungere un ulteriore 31,4% solo con prima dose (RagusaNews)

Un netto miglioramento dovuto anche alla campagna vaccinale che negli ultimi giorni ha raggiunto i 40 milioni di dosi somministrate. In calo anche i casi attualmente positivi (181.726 vs 225.751), le persone in isolamento domiciliare (176.353 vs 218.570), i ricoveri con sintomi (4.685 vs 6.192) e le terapie intensive (688 vs 989). (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr