In Italia 5.948 contagi e 256 decessi

In Italia 5.948 contagi e 256 decessi
Corriere del Ticino INTERNO

I tamponi - molecolari e antigenici - effettuati sono 121.829 nelle ultime 24 ore in Italia.

Ieri erano stati 9.148.

Sono ancora in calo i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, 5.948, secondo i dati del ministero della Salute.

Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 18.395 persone, in aumento di 50 unità rispetto a ieri.

Con i 13.038 registrati ufficialmente nelle ultime 24 ore i guariti dal Covid-19 e dimessi in Italia superano i 3 milioni e mezzo, secondo i dati del ministero della Salute

(Corriere del Ticino)

La notizia riportata su altri media

editato in: da. (Teleborsa) – Sono 5.948 i casi Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Italia con 121.829 tamponi totali elaborati (ieri 156.872) di cui 77.339 molecolari (ieri 114.290) e 44.490 test rapidi (ieri 42.582). (QuiFinanza)

Può procedere con la prenotazione del vaccino anche il genitore/tutore/affidatario di minori estremamente vulnerabili (come previsto dalla tabella 1 delle raccomandazioni ministeriali del 10 marzo scorso). (PMI.it)

L'obiettivo è immunizzare tutti i. Lo sprint dei vaccini a Napoli è arrivato a 12mila dosi al giorno, raddoppiando il ritmo della campagna anti Covid che punta a realizzare numeri sempre più ambiziosi. (ilmattino.it)

Il 70 per cento dei detenuti delle carceri di Milano ha ricevuto il vaccino anti-Covid

È questo il quadro che emerge dal bollettino del ministero della Salute del 3 maggio. Tutti gli aggiornamenti live sul coronavirus ono 5.948 i nuovi contagi di Covid-19 in Italia (ieri 9.148). (Sky Tg24 )

Va infatti letta in questo senso la sua ordinanza del 9 aprile, non sempre rispettata alla lettera dalle Regioni. Vaccinazioni a rilento in Sicilia, l’appello di Figliuolo: “Mettete in sicurezza gli anziani”. (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

Una notizia confermata anche dal garante di Milano: "Nelle strutture di Milano i detenuti vaccinati vanno verso l'80 per cento. Negli istituti di Beccaria, San Vittore e Bollate infatti il 70 per cento degli agenti della polizia penitenziaria è stato vaccinato. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr