Milano, rapina due supermercati: arrestato 42enne

LaPresse INTERNO

L'uomo si trova ora in carcere a Bergamo. A Bergamo i carabinieri di Sesto San Giovanni (Milano) hanno arrestato un italiano 42 enne, pregiudicato per reati contro il patrimonio, sospettato di essere l’autore di almeno due rapine, il 14 ed il 18 ottobre 2021, in due supermercati a Paderno Dugnano e Cologno Monzese.

Le indagini, iniziate grazie alle immagini di videosorveglianza e alle testimonianze delle vittime e di testimoni, hanno consentito di raccogliere le informazioni necessarie per fermare l’uomo che ora si trova nella casa circondariale di Bergamo

(LaPresse)

La notizia riportata su altri media

Ieri pomeriggio, in provincia di Brescia, a seguito di indagini, che durano da oltre 5 mesi dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Brescia, polizia di Stato e carabinieri hanno arrestato un gruppo di 31 rapinatori, provenienti da Cerignola, che stava per compiere un'imponente rapina a mano armata in un caveau di un istituto di vigilanza privata. (Liberoquotidiano.it)

I presunti rapinatori erano pronti ad intervenire muovendo contemporaneamente da luoghi diversi, comunicando con telefoni dedicati ed apparati radio. (QuiBrescia.it)

Fra coloro finiti in carcere figurano anche due guardie giurate “infedeli”, dipendenti dell’istituto di vigilanza obiettivo della rapina, accusati di aver svolto il ruolo di basisti. Sono finiti in manette 31 persone specializzate in assalti a furgoni blindati e caveau, in gran parte provenienti da Cerignola (Foggia). (MI-LORENTEGGIO.COM – LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA, POLITICA, ANNUNCI, SPORT, FOTO E VIDEO DI MILANO E LA LOMBARDIA)

Tre i match in contemporanea alle 14:00 in questo sabato per quanto riguarda la Serie B. Il big match di giornata per la vetta della classifica in Serie B tra Lecce e Brescia finisce 1-1. (Calcio In Pillole)

Tra gli arrestati ci sono anche due guardie giurate dipendenti dell’istituto di vigilanza obiettivo della rapina, accusati di aver svolto il ruolo di “basisti”. – continua sotto –. L’operazione anticrimine è stata condotta contestualmente su tutti e tre questi obiettivi, impiegando oltre 300 uomini e mezzi speciali (PUPIA)

Dopo oltre cinque mesi di indagini, dirette dalla Direzione distrettuale antimafia di Brescia, ieri pomeriggio sono stati arrestati 31 presunti rapinatori, specializzati in assalti a furgoni blindati e caveau. (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr