Carola sta con Black lives matter: “Giusto tagliare fondi a polizia, razzismo strutturale anche in Europa”

Carola sta con Black lives matter: “Giusto tagliare fondi a polizia, razzismo strutturale anche in Europa”
Il Primato Nazionale Il Primato Nazionale (Esteri)

Per l’attivista antifascista “il razzismo strutturale è un problema tanto nell’Ue quanto negli Stati Uniti”.

“L’intero concetto di questa agenzia è di applicare la politica di confine razzista degli stati europei.

Su altre testate

«Non è cambiato nulla» dice Rackete dal 29 giugno 2019, quando era sbarcata senza autorizzazione a Lampedusa con 40 migranti a bordo, contravvenendo al divieto dell’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini (Open)

L'allora ministro degli Interni Matteo Salvini aveva rifiutato l'ingresso della nave in porto e durante più di due settimane di stallo la situazione a bordo era arrivata allo stremo. Da allora si sa poco di ulteriori casi simili, perché gli occhi civili in mare sono indesiderati". (Liberoquotidiano.it)

L'eroina delle Ong estremiste non ha dubbi: «Il razzismo strutturale è un problema tanto nell'Ue quanto negli Stati Uniti. Nonostante un'Europa buonista e politicamente corretta fino all'assurdo, l'appello della pasionaria è «superare il razzismo strutturale» della Ue. (ilGiornale.it)

L'intero concetto di questa agenzia è di applicare la politica di confine razzista degli stati europei. Se #BlackLivesMatter negli Stati Uniti richiede di tagliare i fondi ai dipartimenti di polizia, di conseguenza dobbiamo chiedere la stessa cosa in Europa con #DefundFrontex. (Adnkronos)

''Un anno fa, sono entrata nel porto di Lampedusa senza autorizzazione, dopo che il mio equipaggio e io abbiamo salvato 53 persone dal naufragio e dopo che tutta l'Europa ci ha abbandonato per più di due settimane. (Adnkronos)

Durante la notte gli sbarchi non si sono fermati: un nuovo gruppo di 13 persone è stato avvistato in mattinata. Oggi all'alba la Mare Jonio ha salvato 43 persone, tra cui donne e minori, a circa 40 miglia a Nord di Zuara (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti