Processo di revisione per Olindo Romano e Rosa Bazzi, Azouz Marzouk: «Spero nella riapertura»

Processo di revisione per Olindo Romano e Rosa Bazzi, Azouz Marzouk: «Spero nella riapertura»
Articolo Precedente

next
Articolo Successivo

next
Per saperne di più:
Corriere della Sera INTERNO

Udienza cruciale davanti ai giudici della Corte d'appello di Brescia per l'istanza di revisione presentata da Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati per la strage di Erba dell'11 dicembre del 2006 e che causò quattro morti tra cui un bambino di due anni mentre una quinta persona riuscì a sopravvivere. Al suo arrivo in tribunale, Azouz Marzouk -padre e marito di due delle vittime- si è detto ancora innocentista: «Spero che il procedimento venga riaperto, sono convinto non siano loro gli assassini. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altri giornali

Con l'opinione pubblica divisa da anni, gli addetti ai lavori spaccati a metà, il caso che dilania le coscienze e interroga da anni magistrati, criminologi e cronisti investigativi, quello della strage di Erba, oggi torna sotto i riflettori in quella che si annuncia come una giornata decisiva (oltre che (Secolo d'Italia)

All'uscita del palazzo di giustizia di Brescia, dove i giudici sono in camera di consiglio, l'avvocato Fabio Schembri, che difende i coniugi, ha spiegato che l'intenzione del pool di legali (insieme con Schembri vi sono gli avvocati Nico D'Ascola, Luisa Bordeaux e Patrizia Morello) l'obiettivo è «dimostrare i fatti che abbiamo rappresentato». (Corriere della Sera)

In una pausa dell'udienza a Brescia, l'ex netturbino Olindo Romano ha rivelato ai suoi legali di credere in un nuovo processo per lui e la moglie Rosa Bazzi - condannati all'ergastolo per la strage di Erba - sul quale stanno ora decidendo i giudici in camera di Consiglio. (Tuttosport)

Strage Erba, attesa oggi decisione su revisione processo

Giornata di grande attesa, oggi, per l’udienza cruciale davanti ai giudici della Corte d'appello di Brescia che dovranno pronunciarsi sull'istanza di revisione presentata da Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati per la strage di Erba dell'11 dicembre del 2006 e che causò quattro morti tra cui un bambino di due anni mentre una quinta persona riuscì a sopravvivere. (IL GIORNO)

Così Azouz Marzouk, presente anche oggi nell’aula della Corte d’Appello di Brescia che deve decidere sull’istanza di revisione del processo che ha portato alla condanna all’ergastolo di Olindo Romano e Rosa Bazzi per la strage di Erba (Il Fatto Quotidiano)

Olindo Romano e Rosa Bazzi arrivati al palazzo di Giustizia di Brescia (LAPRESSE)