Coronavirus, le ultime notizie di oggi, Decreto covid in arrivo: nuovi criteri per i colori Regioni e green pass. Verso lo stato di emergenza fino a dicembre

Coronavirus, le ultime notizie di oggi, Decreto covid in arrivo: nuovi criteri per i colori Regioni e green pass. Verso lo stato di emergenza fino a dicembre
Fanpage.it INTERNO

In Francia entra oggi in vigore il pass sanitario per i luoghi con più di 50 persone

Nel mondo oltre 191 milioni di casi e oltre 4,1 milioni di morti covid.

Stato di emergenza verso la proroga fino a dicembre mentre salta lobbligo vaccinale per gli insegnanti.

Secondo il bollettino di ieri del Ministero della Salute, nel nostro Paese sono stati registrati ulteriori 3.558 contagi e 10 decessi per Covid. (Fanpage.it)

La notizia riportata su altri giornali

«E’ possibile considerare la somministrazione di un’unica dose di vaccino anti-Covid nei soggetti con pregressa infezione da SARS-CoV-2, purché la vaccinazione venga eseguita preferibilmente entro i 6 mesi dalla stessa e comunque non oltre 12 mesi dalla guarigione», si legge nella circolare. (Corriere della Calabria)

La campagna regionale, confezionata tra le polemiche insieme con il Comune, toccherà tutti i nove Municipi della città. Mercoledì 28 luglio, nel Municipio 6, il ritrovo è all'Astronave di via Boffalora 116 (Boffalora) e in via dei Narcisi 3 ( Inganni). (La Repubblica)

In questi primi cinque giorni le dosi a disposizione saranno però più limitate rispetto a quelle utilizzabili dal 26 luglio Le prenotazioni "last-minute" sarebbero dovute riprendere da lunedì 26 luglio. (notiziediprato.it)

Vaccini, il Ministero della Salute: “Per i guariti un’unica dose entro 12 mesi”

«Abbiamo avuto un forte aumento delle segnalazioni su questo tema», spiega Anna Lisa Mandorino, segretaria generale di Cittadinanzattiva. L’indicazione, si precisa, vale sia per chi ha avuto una malattia sintomatica sia asintomatica. (Gazzetta del Sud)

Giovedì 22 Luglio 2021, 05:02. LA SITUAZIONE. Il virus corre tra la popolazione della fascia di età compresa tra i 20 e i 30 anni, quasi tutti non vaccinati o vaccinati solo con prima dose. E il contagio piano piano dilaga. (Il Messaggero)

Il provvedimento chiarisce tuttavia un'eccezione: per i soggetti con condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici, in caso di pregressa infezione da SARS-CoV-2, «resta valida la raccomandazione di proseguire con la schedula vaccinale completa prevista». (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr