Quali regioni cambiano colore domani 6 aprile: la mappa dell’Italia

Quali regioni cambiano colore domani 6 aprile: la mappa dell’Italia
Fanpage.it INTERNO

Mentre le regioni italiane che da domani saranno in zona arancione sono Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sardegna, Trentino-Alto Adige, Umbria e Veneto.

In zona rossa è sempre necessario giustificare gli spostamenti, si può uscire solo per motivi di lavoro, salute o necessità

In zona arancione gli spostamenti sono limitati all'interno del proprio comune, i negozi sono aperti e anche tutte le scuole di ogni ordine e grado. (Fanpage.it)

La notizia riportata su altre testate

Niente zone gialle per intenderci: l'Italia resta chiusa fino a nuovo ordine, a riaprire saranno soltanto le scuole, almeno fino alla prima media. Il decreto legge di Draghi e le regole in vigore fino al 30 aprile. (PisaToday)

Dopo il mini-lockdown di Pasqua dal 6 aprile si torna al sistema a colori con l’Italia divisa in zone rosse, arancioni e bianche (almeno sulla carta). Niente zone gialle per intenderci: l'Italia resta chiusa fino a nuovo ordine, a riaprire saranno soltanto le scuole, almeno fino alla prima media. (ModenaToday)

La Sardegna, dal 6 aprile, torna quindi in zona arancione con regole meno stringenti rispetto alla zona rossa. Resta il “coprifuoco” dalle 5 alle 22. (Olbianova.it)

Zona rossa e arancione: cosa cambia da martedì 6 aprile, le nuove regole

Questo l’elenco completo delle regioni che da martedì 6 entreranno in zona arancione: Veneto, Marche, Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Molise, Sicilia, Sardegna, Umbria, Trento e Alto-Adige. Anche all’interno di queste ultime restano comunque presenti delle micro zone rosse per circoscrivere focolai e impedire l’allargamento del contagio (Notizie.it )

SECONDE CASE In zona arancione è consentito andare fuori Comune per raggiungere la seconda casa a patto che non si trovi in zona rossa. Ma vediamo nel dettaglio che cosa è consentito dalle 5 di oggi, martedì 6 aprile, nelle Marche che diventano zona arancione. (corriereadriatico.it)

Da mercoledì 7 aprile per chi torna da un Paese dell'Ue è sufficiente un tampone negativo e non deve rimanere in quarantena. Dal 7 aprile ecco gli obblighi per chi rientra da un Paese dell’Unione europea - Ansa /CorriereTv. (Corriere TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr