Offese su gruppo whatsapp, OSS porta in tribunale coordinatore.

Offese su gruppo whatsapp, OSS porta in tribunale coordinatore.
AssoCareNews.it SALUTE

L’OSS non ci ha visto più ed ha deciso di portare il coordinatore in tribunale con tanto di screenshot della conversazione

Succede sul litorale toscano, dove lo scontro fra personale e coordinatore di struttura è esondato in uno scambio di insulti sul gruppo whatsapp.

Pubblicità. x. Offese su gruppo whatsapp, Operatore Socio Sanitario porta in tribunale il coordinatore di struttura.

Il coordinatore, che ci viene detto non essere un infermiere, ha risposto alle domande incalzanti del collega definendolo “scansafatiche al limite del criminale” e “ladro”. (AssoCareNews.it)

Su altri giornali

“Considerando che l’attività sanitaria in generale si prefigge di garantire adeguata assistenza al paziente e pur rispettando la professionalità e il ruolo che gli operatori sociosanitari svolgono nel nostro sistema sanitario, reputiamo inammissibile l’affido anche solo in parte delle competenze propriamente infermieristiche a personale diverso dal profilo professionale dell’infermiere”, scrivono i presidenti preoccupati di quanto sta già avvenendo in altre Regioni d’Italia. (Ariano News)

Un tavolo tecnico per arrivare a un percorso formale di formazione complementare dell’Operatore Socio Sanitario nel territorio regionale: è quanto il Coordinamento regionale piemontese degli Ordini delle Professioni Infermieristiche ha chiesto al presidente della Regione Alberto Cirio, all’assessore piemontese alla sanità Luigi Icardi e alla collega di Giunta con deleghe alle politiche sociali Chiara Caucino. (Nurse Times)

"Sull’esempio di quanto già intrapreso dalla Regione Veneto con la delibera 305/2021, dove questo coordinamento respinge totalmente sia nella forma che nei modi, è necessario arrivare a un accordo che salvaguardi la popolazione dalla possibilità di utilizzare gli Oss rispetto ad atti propri dell’assistenza clinica di competenza esclusiva di medici e infermieri", commenta Massimiliano Sciretti, presidente del coordinamento, a nome di tutti gli Ordini infermieristici piemontesi. (TorinOggi.it)

Anna, Studentessa Infermiera: "i super-OSS veneti sono un obbrobrio e un pericolo per la salute degli Assistiti".

Piantare questo albero è quindi un gesto prezioso che vuole celebrare il ricordo di oggi pensando, però, al domani L’RSA San Giuseppe è stata una delle strutture duramente colpite dal coronavirus ma mai doma, grazie anche all’alta professionalità e alla piena disponibilità al sacrificio di organizzazione e personale. (AssoCareNews.it)

Rispolvera una vecchia idea datata 2003/2004: la formazione complementare agli Oss per dar loro maggiori competenze e quindi sostituire in parte il bisogno infermieristico I bisogni però restano e allora cosa fa la Regione Veneto? (RovigoInDiretta.it)

Perché ci è stato detto che non è necessaria una Laurea per fare un intramuscolo… ebbene signori, stiamo andando verso la retrocessione. Anna Bisogno, Studentessa Infermiera (AssoCareNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr