Covid, diminuiscono gli ospedalizzati. Sono 361 i nuovi positivi

Covid, diminuiscono gli ospedalizzati. Sono 361 i nuovi positivi
Primocanale INTERNO

Aumentano i vaccini consegnati a 147.950, di questi ne sono stati somministrati in totale 100.696, per una percentuale pari al 68%

Diminuiscono di 19 unità gli ospedalizzati, che sono 562 in media intensità e 53 in terapia intensiva.

ono 361 i nuovi positivi registrati in Liguria nelle ultime 24 ore, a fronte di 3.981 tamponi molecolari e 2760 tamponi rapidi antigenici.

Il dettaglio per provincia di residenza: Imperia (Asl 1) 81, Savona (Asl 2) 59, Genova 165, di cui Asl 3: 156 e Asl 4: 9, La Spezia (Asl 5): 56. (Primocanale)

Ne parlano anche altre testate

In Liguria sono 361 i nuovi positivi da Covid-19 su 3981 tamponi molecolari e 2.760 tamponi antigenici. ASL Soggetti in sorveglianza attiva ASL 1 2.424 ASL 2 1.035 ASL 3 1.243 ASL 4 333 ASL 5 669 Liguria 5.704. (SavonaNews.it)

Ma cosa succedeva nella nostra regione il 20 febbraio 2020? Il 38enne di Codogno, però, era passato dalla Liguria prima di risultare infetto (IVG.it)

IMPERIA (Asl 1): 81. SAVONA (Asl 2): 59. GENOVA: 165, di cui:. · Asl 3:156. · Asl 4: 9. LA SPEZIA (Asl 5): 56. Non riconducibili alla residenza in Liguria: 0. CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO ODIERNO SECONDO I DATI DEL FLUSSO ALISA – MINISTERO. (IMPERIAPOST)

Piano vaccinazioni, la Regione Liguria: “Priorità stabilite da piano strategico nazionale”

Gli diamo un aiutino: si affida alla medicina e alla scienza esattamente come fecero i suoi predecessori. Nel penultimo consiglio regionale lo avevamo invitato a considerare l’idea di circoscrivere le province più infette per mettere il resto della regione al riparo da un generalizzato ritorno in zona arancione. (Levante News)

Chiudere oggi di nuovo un intero Paese non ucciderebbe il Covid ma la speranza". uperata in Liguria la soglia psicologica dei 100 mila vaccini somministrati: sono stati infatti 100.696, il 68% dei 147.950 vaccini consegnati. (Primocanale)

La Liguria ha perciò pianificato il calendario rispettando le priorità e garantendo le dosi ai soggetti con un’elevata esposizione al rischio e ai soggetti con un rischio elevato di letalità, come gli over 80, nel pieno rispetto dei criteri di priorità stabiliti dal Ministero. (Genova24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr