Covid, Locatelli: "La curva rallenta". Brusaferro: "Presto per pensare alla quarta dose"

Gazzetta di Parma SALUTE

La terza dose, intanto, «protegge molto bene dalla malattia grave, se ne sta studiando la durata ed è presto per parlare della quarta».

Le zone colorate hanno ancora senso «perchè si intensificano in base alla saturazione degli ospedali costituendo un’allerta per un territorio»

Il rischio da scongiurare è di danneggiare i pazienti con patologie differenti dal Covid riducendo il numero di procedure mediche o chirurgiche". (Gazzetta di Parma)

Su altre testate

Sono 17.667 i nuovi casi di Covid emersi ieri in Campania, 10.788 dall'analisi di tamponi antigenici e 6.879 dall'analisi di tamponi molecolari I dati della Regione indicano che ci sono stati sei decessi, tra i quali due donne una di 47 anni anni di Carassai, e una di 51 di Sassoferrato. (ilmessaggero.it)

Valle d’Aosta e Campania, nuovi colori. A fronte dell’evoluzione della pandemia come della campagna di vaccinazione alcune regioni cambieranno colore a partire da domani, lunedì 17 gennaio Boom di prime dosi anti Covid. (Velvet Mag)

Poi l’appello: “Cerchiamo di mantenere razionalità e non priviamoci immotivatamente di momenti di svago, cultura e socializzazione, pur con il massimo senso di responsabilità”. Il rischio da scongiurare è di danneggiare i pazienti con patologie differenti dal Covid riducendo il numero di procedure mediche o chirurgiche. (TV Sette Benevento)

Il coordinatore del CTS Locatelli ha fatto il punto della situazione sull'evoluzione della curva dei contagi che avrebbe iniziato a rallentare. A questo rischio può contribuire anche un elevato numero di contagi tra gli operatori sanitari che è certamente non trascurabile (Notizie.it )

Sono sottoposti a cure intensive 1.691 persone (ieri erano 1.677). Nelle ultime 24 ore, si sono resi necessari 128 nuovi ingressi in rianimazione, cifra più bassa di quella del giorno precedente, pari a 141. (Open)

Covid in Italia, Locatelli: «Non possiamo parlare di ospedali vicini al collasso». I timori maggiori quando i contagi crescono è che questo si possa ripercuotere sulla capacità ricettiva degli ospedali. (Ultim'ora News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr