Costretti a lavorare di notte per il caro bollette, la stangata: +75% la luce e +133% il gas

Costretti a lavorare di notte per il caro bollette, la stangata: +75% la luce e +133% il gas
Today.it ECONOMIA

Per il gas invece, ricorda la Cgia, il divario tariffario è riconducibile al fatto che tutte le grandi imprese ricevono dai fornitori delle offerte personalizzate con un prezzo stabilito su misura e sulla base delle proprie necessità.

Assieme all'andamento del costo della materia prima, in Italia la componente fiscale è l'altra voce che contribuisce in maniera determinante ad innalzare il costo delle tariffe. (Today.it)

Ne parlano anche altri giornali

el momento sbagliato, nell’anno della variante Omicron, le imprese italiane fronteggeranno uno shock energetico di dimensioni forti, inquietanti. Per l’energia elettrica, l’Ufficio Studi della Cgia di Mestre stima una spesa aggiuntiva di 36 miliardi di euro (nel 2022 rispetto al 2019). (La Repubblica)

Tra tutti i paesi dell'Area euro, infatti, si legge ancora nella nota, solo rispetto alla Germania le nostre imprese pagano in meno (del 12,6%) Anche nel confronto con l'Europa le pmi italiane sono quelle che pagano di più in termini di costi energetici. (La Stampa)

Se il caro bollette mette in difficoltà tutto il sistema produttivo italiano, le pmi sono in ginocchio e rischiano di chiudere. (La Repubblica)

Caro energia, molto più di un allarme. C'è un pericolo di morte

Si rischia, oltre alla delocalizzazione, anche “il blocco della produzione – avverte Marchesini -, che sta già avvenendo in alcuni settori. Aumento bollette, il costo per le imprese. Lo shock nel settore energetico “è un problema per tutte le filiere. (Tag24 - Radio Cusano Campus)

Tra tutti i paesi dell’Area euro solo rispetto alla Germania le nostre imprese pagano in meno (del 12,6%). Riguardo al costo del gas, invece, sono al terzo posto (dopo Finlandia e Portogallo) per la tariffa più alta (+7,6%). (L'Opinionista)

I numeri sull’impennata dei costi dell’energia e del gas, in questi ultimi giorni, li abbiamo imparati a memoria. La percezione che ho è che manchi, in generale, la giusta consapevolezza da parte della politica, e non solo, di un vero e proprio pericolo di morte per il Paese. (VeronaEconomia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr