Riciclo della carta, l'Italia anticipa di 15 anni gli obiettivi europei

Avvenire ECONOMIA

La cartiera RDM di Villa S.Lucia (FR) - Ansa. COMMENTA E CONDIVIDI. . . . . . . Spetta all’Italia il primato europeo di riciclo della carta.

La crisi si è fatta sentire con forza con un generale calo dei quantitativi: la produzione è calata del 4,1%

Nel 2020 la raccolta differenziata di carta e cartone è schizzata all'87,3%, con un aumento di sette punti percenguale.

Questa tipologia di rifiuti rappresenta circa il 19% del totale della raccolta differenziata comunale e per il 2021 si stima un ulteriore incremento del 3%. (Avvenire)

Ne parlano anche altri media

Lo afferma l’Unione nazionale delle imprese di recupero e riciclo maceri (Unirima) presentando il Rapporto 2021, realizzato con Althesys. Nel contesto globale che ha risentito della crisi pandemica, spiega Unirima, i 600 impianti di riciclo distribuiti in Italia hanno prodotto 6,8 milioni di tonnellate di carta da macero, aumentando del 3,2%, la produzione di materia prima rispetto all’anno precedente e rispondendo adeguatamente al fabbisogno del mercato (Gazzetta del Sud)

Nel 2020 il tasso di riciclo degli imballaggi cellulosici ha superato l’obiettivo europeo 2035 dell’85%, passando da 80,76% nel 2019 a 87,35% Un primato che ha radici nella nostra storia economica: l'Italia ha raggiunto e superato con 15 anni di anticipo l'obiettivo europeo dell'85% di tasso di riciclo degli imballaggi di carta e cartone. (La Repubblica)

Un aumento del 3,2% rispetto al 2019. . . Condividi. L'Unione Europea ha stabilito che ogni paese membro debba raggiungere l'87,3% di riciclo degli imballaggi (carta e cartone) questo entro il 2030, L'Italia l'anno scorso ha fatto un balzo virtuoso arrivando all'85%, quasi vicino al target fissato dalla UE, ma con 15 anni di anticipo. (Rai News)

Di queste, 4,96 milioni di tonnellate sono state riutilizzate nel mercato interno e le rimanenti 1,81 milioni di tonnellate sono state esportate. L’Italia ha raggiunto l’obiettivo europeo sul riciclo della carta con 15 anni di anticipo: il traguardo dell’85% del tasso di riciclo, fissato per il 2035, è stato toccato già quest’anno. (Open)

La raccolta di carta e cartone in Italia, che avviene attraverso i canali domestici e industriali, è stata di circa 7 milioni di tonnellate con le quotazioni che sono aumentate nonostante la crisi sanitaria, spiega Unirima, che rappresenta circa il 90% delle aziende del settore per volumi gestiti e 4 miliardi di fatturato complessivo e 20mila addetti. (Tiscali.it)

Il totale della raccolta di carta e cartone in Italia, che avviene attraverso i canali domestici e industriali, è di 7 milioni di tonnellate, rappresenta il 90% delle aziende del settore e fattura 4 miliardi l’anno. (vulturenews.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr