Materie prime, i venti di recessione frenano i prezzi

Corriere della Sera ECONOMIA

Talvolta tale da compensare gli aumenti che si erano registrati nei primi tre mesi dell’anno.

Se con le materie prime agricole la discesa delle quotazioni si può spiegare con il via libera alle navi che attendevano di partire sul mar Nero, con le materie prime industriali è un’altra storia.

Secondo: la forza crescente del dollaro ha reso sempre più onerosi gli acquisti delle materie prime, quasi tutte prezzate in dollari

Come si può vedere dalla tabella, la stragrande maggioranza da aprile a oggi ha registrato un importante decremento delle quotazioni. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri giornali

In un resoconto del Corriere della Sera, esperti in materie economiche hanno brevemente cercato spiegazioni, tentando di offrire una stime sul futuro che verrà. Cosa sta succedendo alle materie prime principali e perché i loro prezzi si sono così abbassati? (Money.it)

Getty. “Aumentando i tassi di interesse le banche centrali stanno volutamente rallentando l’economia per togliere propensione inflattiva”, ha spiegato. A cascata ciò dovrebbe portare tra 4-5 mesi alla riduzione dei prezzi del carrello della spesa. (Sky Tg24 )

A preoccupare le imprese sono però i costi dell’energia, gas ed energia elettrica in particolare, che continuano ad aumentare. Dalla ghisa alle billette, dalle lamiere inox alle travi, la variazione percentuale al ribasso del prezzo è a due cifre. (varesenews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr