"L'inferno di Calais": violentata un'interprete

La chiamano “Giungla” di Calais, ma è molto peggio di una giungla. Questa notte è stata violentata un'interprete di lingua pashtun che accompagnava un giornalista. Reporter e interprete erano nel campo profughi alle porte di Calais in piena notte per ... Fonte: L'ultima Ribattuta L'ultima Ribattuta
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....