Vialli e il cancro: “Un compagno di viaggio indesiderato, spero che un giorno si stanchi” - L'Unione Sarda.it

Vialli e il cancro: “Un compagno di viaggio indesiderato, spero che un giorno si stanchi” - L'Unione Sarda.it
L'Unione Sarda.it SPORT

Spero che questo compagno di viaggio si stanchi e mi lasci vivere ancora per tanti anni”, ha aggiunto.

Posso solo sperare che un giorno si stanchi e mi lasci vivere serenamente gli anni che ho davanti”

Ancora: “Il cancro è più forte di me, se lo combatti perdi.

Gianluca Vialli torna a parlare del cancro, e usa parole davvero toccanti.

Vialli lo paragona a un “compagno di viaggio indesiderato”, che tuttavia non lo deve fermare. (L'Unione Sarda.it)

Ne parlano anche altre fonti

Un dato, comunque, è accertato ancora cominciare., forti anche degli insegnamenti di quel meraviglioso tecnico che fu Vujadin Boskov, E’ nuovamente un azzurro brillante e rilucente quello che colora i nostri sogni. (Calciomercato.com)

ESEMPIO - "Sono stato un giocatore e un uomo forte e vulnerabile. Gianluca Vialli, nello staff dell'Italia di Roberto Mancini, parla a Sogno Azzurro, parlando della sua battaglia con il cancro: "Sono stato un giocatore e un uomo forte ma anche fragile e penso che qualcuno possa essersi riconosciuto. (Calciomercato.com)

Italia, Vialli: "Cancro compagno di vita indesiderato, spero si stanchi di me" - Sportmediaset

Quelli della porta accanto che il calcio contemporaneo ha cancellato. Il popolo del calcio sembrava essere diventato indifferente rispetto a quello che accadeva ai rappresentanti del nostro Paese nel mondo. (Calciomercato.com)

"Ci siamo conosciuti in Nazionale quando eravamo ragazzini. Era un giocatore forte, tecnico, velocissimo (Sport Mediaset)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr