Covid-19, la Sicilia verso la zona gialla. Ma la Regione non ci sta: “Regole da cambiare”

La Repubblica INTERNO

Covid-19, la Sicilia verso la zona gialla.

La stretta scatterebbe il 26 luglio.

Il ministro Speranza però dà una chance

Ma la Regione non ci sta: “Regole da cambiare” di Giusi Spica. Si avvicina la soglia dei 50 positivi su 100mila abitanti.

(La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il tasso di positività, che misura il rapporto tra nuovi casi e test, è dunque all’1,3%. L’isola è al terzo posto per i nuovi contagi giornalieri in Italia, dietro la Lazio con 500 nuovi casi e la Lombardia con 438. (Libertà Sicilia)

Così come riportato da 3bmeteo.com, il vortice depressionario che nel corso di venerdì valicherà le Alpi continuerà la sua marcia verso sud raggiungendo anche le regioni meridionali. Il livello di allerta è di colore giallo ("attenzione") su tutta la Sicilia (Giornale di Sicilia)

Stabili i ricoveri: attualmente sono 143 i soggetti nei reparti ordinari (-1), mentre restano invariati i pazienti in terapia intensiva: 23. In una settimana i casi sono più che raddoppiati (+124%) rispetto a sabato scorso quando se ne registravano 192. (AgrigentoNotizie)

Tra i 23 ricoverati in terapia intensiva nell'isola ci sono infatti due bambini, una di 11 anni e un neonato di pochi mesi. I grafici della popolazione italiana raccontano che “la percentuale dei casi tra i vaccinati è largamente inferiore alla percentuale dei casi tra i non vaccinati. (Tp24)

“Purtroppo ci stiamo occupando di due casi gravi. L’isola è al terzo posto per i nuovi contagi giornalieri in Italia, dietro la Lazio con 500 nuovi casi e la Lombardia con 438. (BlogSicilia.it)

Imprenditori in ginocchio, chiedono di fare “girare” le foto per riconoscere i rapinatori. Un trentenne, “italiano, con accento palermitano”, entra in negozio minacciando le commesse. (Livesicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr