Covid, Istat: "Cancellati vent'anni di crescita dei consumi. Calo del 9% nel 2020"

Covid, Istat: Cancellati vent'anni di crescita dei consumi. Calo del 9% nel 2020
Sky Tg24 ECONOMIA

La spesa per tutti gli altri capitoli, che nel 2020 vale complessivamente 967 euro al mese, scende invece del 19,3% rispetto ai 1.200 euro del 2019"

Il crollo del 9% del 2020 non era mai stato registrato: valore medio a 2.328 euro mensili a famiglia Condividi:. Il Covid-19 presenta il conto alle famiglie italiane.

Per avere un termine di paragone, nel biennio 2012-2013 - quando la crisi del debito sovrano e l'austerity mordevano sull'economia - il calo cumulato sul 2011 fu del 6,4%. (Sky Tg24 )

Ne parlano anche altre testate

L'impatto dei vaccini sulla mortalità in Italia. Sempre secondo il dossier Istat-Iss, il rischio di decesso per Covid si riduce del 95% a partire dalla settima settimana dopo la somministrazione della prima dose di vaccino. (Fanpage)

È quanto ha messo in evidenza l’Istat nel sesto Rapporto prodotto congiuntamente all'Istituto superiore di sanità (Iss) sull’impatto dell’epidemia Covid-19 sulla mortalità totale della popolazione residente nel 2020 e nel periodo gennaio-aprile 2021. (Il Sole 24 ORE)

"Tra il 2019 e il 2020, la dinamica della spesa delle famiglie dei due quinti estremi (primo e ultimo) è piuttosto diversificata. Per le famiglie del primo quinto, con forti vincoli di bilancio già prima della pandemia, il calo è del 2,7%. (la Repubblica)

In Italia centomila decessi in più nel 2020; 28 marzo: il giorno più nero

Considerando le variazioni nei tassi standardizzati di mortalità, poi, la mortalità ha registrato nel 2020 un aumento del 9%, rispetto alla media del quinquennio 2015-2019; le regioni che riportano aumenti significativamente più alti sono Piemonte, Valle D'Aosta, Lombardia e la Provincia autonoma di Trento. (Trentino)

A evidenziarlo è il rapporto Istat-Iss sull'impatto del Covid, secondo il quale nell'anno della pandemia sono stati registrati complessivamente 746.146 decessi, 100.526 in più rispetto alla media 2015-2019 (15,6% di eccesso). (Il Friuli)

Si evidenzia inoltre come la fascia di età in cui si riscontra un’incidenza maggiore di decessi Covid-19 sui decessi totali sia la 65-79 anni, in questa classe un decesso su 5 è attribuibile al Covid-19. (BergamoNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr