Il primo incontro Letta-Renzi: restano divisi sui 5 Stelle

Il primo incontro Letta-Renzi: restano divisi sui 5 Stelle
ilGiornale.it INTERNO

La recente esperienza delle Regionali non depone bene: dove Pd e M5s si sono uniti, hanno perso clamorosamente.

Enrico Letta e Matteo Renzi sono tornati ad incontrarsi ieri, dopo più di un lustro di relazioni interrotte.

Sono tanti gli esponenti Pd che mi rammentano le parole del segretario Letta, che stimo, sull'impegno delle donne»

Nessuna photo-opportunity: così l'ultima immagine che li ritrae insieme resta quella che fece storia, con il gelido scambio di campanella a Palazzo Chigi. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Per Letta invece la costruzione di un'alleanza a sinistra non può prescindere da un'intesa con il Movimento "Sui 5 stelle io e Letta abbiamo un'opinione diversa, ma era noto, lo abbiamo confermato oggi. (AGI - Agenzia Italia)

La moglie del leader di Italia viva ha ricevuto la dose in quanto insegnante. Sul segretario dem: «Abbiamo opinioni diverse»«Come tante famiglie italiane Anche noi abbiamo avuto dei problemi di quarantena. (La Verità)

Sono solidale con i ristoratori, il governo deve fare un decreto imprese subito per venire incontro a chi con la chiusura sta garantendo la nostra salute, con aiuti non generici ma sui costi fissi”, ha aggiunto Letta Non abbiamo ancora imparato niente, dopo un anno: dipende dalla serietà di ognuno di noi, per fortuna abbiamo un ministro come Speranza”. (Imola Oggi)

Enrico Letta e Matteo Renzi, gemelli diversi. I Narciso e Boccadoro dei post-dc

Il punto certo è che il segretario dem non accetta il metodo dei veti, chiunque li metta sul tavolo. Il punto per Renzi è sempre lo stesso: l’alleanza strutturale o strategica – che sono condizioni diverse – con Conte e i 5 Stelle. (Il Riformista)

La vicenda non può essere chiarita in base all'iniziativa privata di un editore televisivo''. Così all'Adnkronos il conduttore di 'Quarto Grado' Gianluigi Nuzzi a poche ore dalla notizia sul Dna di Olesya, la ragazza russa che potrebbe essere la piccola Denise Pipitone. (Yahoo Notizie)

Istintivo, intuitivo, veloce nell’analisi Renzi; riflessivo, calcolatore, perfezionista Letta, con tutte le derive che ognuno di questi aspetti comporta. Letta ha salutato tutti ed è andato a insegnare a Parigi, Renzi è rimasto su piazza, non ha avuto il coraggio di staccare la spina (QUOTIDIANO.NET)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr