Distanziamento sui treni, sul Frecciarossa si viaggia al 100%: Trenitalia non rispetta l’ordinanza del ministero della Salute – Le immagini

Distanziamento sui treni, sul Frecciarossa si viaggia al 100%: Trenitalia non rispetta l’ordinanza del ministero della Salute – Le immagini
Open Open (Interno)

Da Milano a Roma si viaggia con quattro posti su quattro occupati: in alcuni casi se ne libera qualcuno solo a Firenze, due ore dopo la partenza dalla stazione Centrale.

Prima dell’intervento di Roberto Speranza però Trenitalia la pensava diversamente dichiarando, nelle mail inviate ai passeggeri, di voler occupare il 100% dei posti a sedere dei treni a lunga percorrenza.

Su altri media

I treni che sono stati cancellati dall’azienda sono il Torino-Salerno delle 7:33 e delle 9:33, il Milano-Napoli delle 09:15, il Torino-Reggio Calabria delle 5:23 e delle 13:23, l’Ancona-Milano delle 13:40 e il Milano-Ancona delle 8:45 e delle 11:40. (L'HuffPost)

"Italo - conclude la nota - si è già attivata per rimborsare i passeggeri nel più breve tempo possibile e sta lavorando per ridurre al minimo eventuali disagi per i prossimi giorni confidando nella comprensione dei suoi clienti". (Il Lametino)

Portare il gatto sul treno Italo. Così come Trenitalia, anche Italo consente di portare a bordo gratuitamente animali domestici di piccola taglia, ma solo se custoditi sul trasportino. Per essere ammessi a bordo i gatti devono essere custoditi nel tradizionale trasportino di misura non superiore a 70x30x50 cm. (Money.it)

L’ordinanza del ministero della Salute aveva, infatti, ripristinato quasi immediatamente la misura del distanziamento sociale tra passeggeri. Nel frattempo Trenitalia e Italo si adeguano alle direttive del ministero, non senza ‘mal di pancia’. (Virgilio Notizie)

La conseguenza diretta sono due giorni di incertezza - e forse altri a venire - per i viaggiatori. orna la 'scacchiera' dei posti a sedere in treno, proprio nel primo weekend di esodo estivo. (AGI - Agenzia Italia)

Lo studio ci dice che questo è stato un fenomeno significativo nel nostro Paese, che ha toccato quasi un milione e mezzo di persone". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, presentando i risultati dell'indagine sulla siero-prevalenza di Sars-Cov-2 in Italia, realizzata da Istat e ministero della Salute. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr