Pedofilia, la sentenza della Corte europea: «Il Vaticano non può essere denunciato per gli abusi»

Pedofilia, la sentenza della Corte europea: «Il Vaticano non può essere denunciato per gli abusi»
Più informazioni:
Open ESTERI

216 mila il numero delle vittime di abusi in totale, 330 mila se si contano anche aggressori laici all’interno degli ambiti religiosi

La stessa decisione era stata presa in precedenza da alcuni tribunali belgi per via dell’immunità giurisdizionale della Santa Sede.

«La Santa Sede non può essere chiamata in giudizio per i casi di abusi sessuali commessi dai sacerdoti di vari Paesi»: a deciderlo è la Corte europea dei diritti dell’uomo che ha rigettato 24 querelanti che citavano in giudizio il Vaticano per presunti atti di pedofilia commessi da preti cattolici. (Open)

Se ne è parlato anche su altri media

Secondo Snap – il network delle vittime – si tratta di una decisione paragonabile a un «irritante promemoria dell'impunità del Vaticano, resa possibile dal suo status di stato sovrano». Estrapolando dalle informazioni dell'indagine francese, l'Olanda, che ha una popolazione cattolica di 4 milioni, ha probabilmente 50. (Il Messaggero)

Lo ha stabilito la Corte Corte europea dei Diritti dell’uomo (Cedu) di Strasburgo, che oggi ha rigettato 24 querelanti che avevano citato in giudizio senza successo il Vaticano dinanzi ai tribunali belgi per atti di pedofilia commessi da preti cattolici. (Ticinonews.ch)

La Corte, che si esprime per la prima volta su questo tema, si è pronunciata a favore dei tribunali belgi I ricorrenti, di nazionalità belga, francese e olandese, erano stati respinti dai tribunali belgi, che avevano invocato l’immunità giurisdizionale della Santa Sede. (L'HuffPost)

Pedofilia, il Vaticano non può essere denunciato insieme ai sacerdoti citati dalle vittime: per la Corte Europea la Santa Sede vale l'immunità

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo è un tribunale che ha sede a Strasburgo ed è riconosciuto dai 47 stati membri del Consiglio d’Europa, ma non ha a che fare con l’Unione Europea. (Roccarainola.net)

La decisione di Strasburgo specifica che la Santa Sede gode dell’immunità sovrana e che non può essere applicata nessuna eccezione alla regola Secondo la Corte Europea il Vaticano non può essere denunciato per pedofilia perché gode dell'immunità sovrana. (Notizie.it )

Inoltre la Corte ha affermato che la cattiva condotta dei preti e dei loro superiori non può essere attribuita alla Santa Sede. I querelanti si erano appellati alla corte di Strasburgo dopo che i giudici belgi avevano dichiarato di non avere giurisdizione, data l'immunità della Santa Sede come stato sovrano. (ilmattino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr