Le parole di Commisso al FT finiscono al centro di un'inchiesta della Procura federale FIGC

FirenzeToday SPORT

Nella giornata di ieri, infatti, il Procuratore capo della Procura federale della FIGC, Giuseppe Chinè, ha aperto un'inchiesta sulle dichiarazioni del patron della Fiorentina.

L'apertura del procedimento - come spiegato da fonti della Procura citate dall'ANSA - è volto "a verificare se si tratti di dichiarazioni lesive nei confronti di altri tesserati".

E ancora: "Chi altro ha fatto quello che ho fatto io in Italia?

Oltre a rivendicare le somme investite nel club viola (circa 340 milioni di euro), Commisso ha parlato anche dell'affaire Vlahovic, sostenendo come il serbo debba riconoscenza alla Fiorentina. (FirenzeToday)

Se ne è parlato anche su altri media

Ascolta la versione audio dell'articolo. Dopo la bufera sulle parole del presidente Commisso, la Lega potrebbe prendere provvedimenti: ecco cosa rischia il patron della Fiorentina. «Ai soggetti dell’ordinamento federale è fatto divieto di esprimere pubblicamente giudizi o rilievi lesivi della reputazione di persone, di società o di organismi operanti nell’ambito del Coni, della Figc, dell’Uefa o della Fifa». (Calcio News 24)

E troviamo grave anche che non ci sia stato alcun tipo di scusa, né da parte di Commisso né da parte della Fiorentina QUERELA – «Troviamo molto grave che abbia detto quelle cose ad un giornale di prestigio e diffusione internazionale come il Financial Times. (Calcio News 24)

Certamente questa uscita la dice lunga sul personaggio di Commisso, che si conferma quel che è con questa esternazione». Siamo allibiti, sconcertati e indignati dalle parole di Commisso. (Milan News 24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr