Test antidroga volontari a Montecitorio per Donzelli e Fratelli d'Italia

Test antidroga volontari a Montecitorio per Donzelli e Fratelli d'Italia
FirenzeToday INTERNO

Fra di essi anche il deputato fiorentino e responsabile organizzativo di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli.

"Oggi noi parlamentari di Fratelli d'Italia, insieme al presidente Meloni, ci siamo sottoposti volontariamente al test antidroga davanti Montecitorio per rispondere alle provocazioni del Ministro Dadone", ha scritto.

Che su Facebook ha pubblicato una foto mentre si sottopone al test in piazza Montecitorio. (FirenzeToday)

La notizia riportata su altri media

Lo ha detto la leader FdI, Giorgia Meloni, a margine dei test antidroga dei parlamentari del suo partito in piazza Montecitorio. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev (Il Messaggero)

Ora mi aspetto che ci vengano tutti i parlamentari del Movimento Cinque Stelle e tutti i partiti perché pensiamo sia un segnale importante ai cittadini di serietà e responsabilità”, ha concluso Abbiamo contestato questa scelta, il ministro Dadone ci ha sfidato a fare il test anti droga e i Fratelli d'Italia sono qui. (Sky Tg24 )

Ieri Giorgia Meloni ha difeso tenacemente la sua scelta di essere opposizione del governo di unità nazionale guidato da Mario Draghi e i sondaggi politici sembrano dargli ragione in termini di intenzioni di voto. (Sputnik Italia)

Sondaggi Politici, Meloni prepara il sorpasso: ecco ai danni di quale partito

Credo che il ruolo di Fdi che non ha vincoli di governo, sia utile anche al centrodestra". Credo che però anche il ruolo di opposizione di Fdi sia utile per il Paese ma anche per il centrodestra perchè nel governo Pd e M5S, con l'avallo di Mario Draghi, vogliono stravincere, vogliono tutto e penso che il centrodestra si debba difendere. (LiberoQuotidiano.it)

I deputati di Fdi hanno fatto il test a piazza Monte Citorio e colto l'occasione per presentare il manifesto nazionale di lotta alla droga É una situazione fuori controllo e Mario Draghi ha deciso di affidare la delega al ministro dei Giovani Dadone, la quale su questo tema si è distinta unicamente per aver sottoscritto proposte di legalizzazione delle droghe leggere” . (ilGiornale.it)

Le forze che sostengono Mario Draghi si assestano al 74,9% perdendo quasi il 2% rispetto al 15 aprile. I giallorossi ossia PD-M5S e Articolo 1 sono al 37% mentre le forza del centrodestra, ovvero Lega, FDI, Forza Italia e Toti, sono al 48% (Ck12 Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr