Nervi tesi in Perù: si aspetta il nome del presidente. I candidati divisi da meno di 100mila voti

Nervi tesi in Perù: si aspetta il nome del presidente. I candidati divisi da meno di 100mila voti
Yahoo Finanza ESTERI

E' l'accusa che lancia in un'intervista a Il Corriere del Veneto, Alessandro Cecconi, il padre di Matteo, il diciottenne studente dell'Istituto tecnico industriale Fermi di Bassano che si è tolto la vita con una sostanza chimica, il nitrito di sodio, lo scorso 26 aprile durante una pausa tra una lezione e l'altra della didattica a distanza

Adnkronos. "La mattina in cui ha deciso di ingerire il nitrito di sodio era collegato in chat con una decina di altri ragazzi che l'hanno sostenuto nella sua scelta". (Yahoo Finanza)

La notizia riportata su altri media

La maggior parte dei voti da contare appartengono ai residenti all’estero Castillo è passato in testa con i voti delle aree rurali e delle comunità delle foreste. (La Nuova Ferrara)

Sono passati 10 anni di governo autoritario prima che il dittatore Fujimori cadesse nel 2000 insieme al suo governo travolto dagli scandali. Un breve riassunto biografico della vita di padre di Keiko Fujimori, l'ex dittatore Alberto Fujimori, è necessario per comprendere meglio anche la sua complicata ascesa. (Marie Claire)

Presidenziali Perù: avanti Keiko Fujimori, spera nella vittoria. Castillo, invece, può contare su un consenso più ampio nelle aree più remote della Sierra centrale, nel sud del Paese e nella regione amazzonica. (askanews)

PERU': E' TESTA A TESTA NEL BALLOTTAGGIO PER LE PRESIDENZIALI

L’indice S&P Lima General cedeva il 7,7% lunedì, mentre il tasso di cambio tra sol e dollaro perdeva il 2,5%. Pedro Castillo si accinge a diventare il nuovo presidente del Perù con una vittoria risicatissima e che ha già fatto schiantare i prezzi di azioni, bond e cambio. (InvestireOggi.it)

Non c'è ancora un vincitore delle elezioni in Perù. Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (ilmattino.it)

Ad ora a vincere sarebbe la candidata dell’ultradestra, Keiko Fujimori, la figlia dell’ex dittatore Alberto. La vicinanza tra i due candidati e le tensioni di ieri rischiano di consegnare ai tribunali il risultato del ballottaggio. (Radio Onda d'Urto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr