Calcioscommesse, Beppe Signori assolto con formula piena: 'Vittoria nettissima, è una rivincita per me!'

Calcioscommesse, Beppe Signori assolto con formula piena: 'Vittoria nettissima, è una rivincita per me!'
Altri dettagli:
Calciomercato.com SPORT

Vittoria nettissima senza se e senza ma!!!

E l'ex capitano biancoceleste è stato assolto con la piena formula.

In qualche modo vengo ripagato, giustizia parziale è stata fatta, perché comunque questi anni non me li restituirà più nessuno, è una rivincita e speriamo che sia la prima di una lunga serie.

E’ una prima vittoria, spero che ne arrivino altre"

Lo annuncia lo stesso Signori sui social: "Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste, art. (Calciomercato.com)

Ne parlano anche altri media

Lo storico bomber della Lazio è stato assolto con formula piena dall'accusa che lo aveva coinvolto. Oggi, al termine del professo svolto nel Tribunale di Piacenza, Signori ha festeggiato su Instagram: "Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste (non per insufficienza di prove). (La Lazio Siamo Noi)

Chi deve chiedere scusa a Signori è il Tribunale Sportivo che gli ha dato addirittura la radiazione, cioè l’ergastolo per un calciatore. Un risultato, secondo l’accusa, determinato dall’ingerenza di Signori e altre quattro persone. (Radio Radio)

“Dopo 10 anni è finita, anche se io e il mio avvocato non avevamo mai avuto dubbi sulla mia innocenza. BeppeGol – così era soprannominato a Foggia, ndr – era accusato di calcio-scommesse ed in particolare di aver truccato la gara tra Piacenza e Padova del 2 ottobre 2010. (l'Immediato)

Beppe Signori assolto per Piacenza-Padova: "Non truccò il risultato"

“È una piccola rivincita – ha aggiunto Signori -, questi dieci anni non me li restituirà più nessuno” Il procedimento penale, nel filone piacentino dell’inchiesta sul calcioscommesse, lo vedeva accusato di aver cercato di alterare il risultato di Piacenza-Padova, partita di serie B del 2 ottobre 2010. (Padova Sport)

A dicembre invece la prescrizione del reato nel maxi-processo sul calcioscommesse con la sentenza del tribunale di Cremona. Una vittoria nettissima senza se e senza ma». (Il Mattino)

Signori, che aveva rinunciato alla prescrizione, era finito sotto processo insieme a Luigi Sartor e al "gruppo di Singapore" che, secondo un testimone, aveva versato 65 mila euro allo scopo di indirizzare il risultato della gara, 30.000 dei quali direttamente a Signori. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr