Il prezzo del gas in calo, cosa cambia per le famiglie

The Wam INTERNO

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti.

5 ' di lettura. Il prezzo del gas è in costante calo e dopo i record raggiunti in aprile ora si mantiene ai minimi dall’inizio della guerra: ma cosa cambia in concreto per le famiglie?

Prezzo del gas: cosa cambia per le famiglie. (The Wam)

Ne parlano anche altre testate

Secondo il Sole 24 Ore, a determinare una certa serenità sul mercato europeo del gas ha pesato anche la risoluzione (provvisoria) del problema del pagamento del gas russo in rubli. Fatto sta che il timore che le compagnie Ue non riuscissero più a pagare Gazprom potesse portare a un improvviso stop alle forniture aveva contribuito a tenere i prezzi alti. (EuropaToday)

E questa soluzione europea al problema dei pagamenti del gas russo ha rassicurato i clienti di Gazprom (compresa Eni). In marzo ho concordato con il presidente Joe Biden di aumentare in modo significativo le consegne di gas naturale liquefatto dagli Usa all'Europa. (ilmessaggero.it)

Prezzi gas UE ai minimi da inizio guerra. Ad Amsterdam, mercato di riferimento per l’Europa, i prezzi del gas sono scivolati ieri a quota 83,2 euro al megawattora, su valori inferiori a quelli del 23 febbraio 2022, giorno prima dello scoppio della guerra in Ucraina. (Finanzaonline.com)

Il Dutch Ttf gas price dipende da diversi fattori che spaziano dal livello della domanda alle aspettative sul futuro fornite da fattori geopolitici di più larga scala. Secondo i dati forniti dal Title Transfer Facility (Ttf) olandese, il mercato di riferimento dello scambio di gas naturale, il rialzo di prezzo del gas che è stato accumulato nel corso dei primi mesi di guerra in Ucraina è stato cancellato. (Wired Italia)

Il combustibile, però, costa il quadruplo rispetto a un anno fa, ma il 23 febbraio, alla vigilia dell’invasione, aveva chiuso a 87,5 €/MWh. Un prezzo che si mantiene però poco sopra gli 83 euro toccati nella vigilia: il gas ha cancellato il rialzo di prezzo accumulato in tre mesi dall'attacco della Russia in Ucraina lo scorso 24 febbraio. (Gazzetta del Sud)

Prezzo del gas: ai minimi dopo oltre tre mesi. Era il 23 Febbraio quando il prezzo del gas è stato scambiato a 87,5€/MWH, ossia il livello più basso toccato da tre mesi a questa parte. Ma se guardiamo agli ultimi quattro anni c’è ben poco da gioire: il prezzo del gas è quattro volte superiore a quanto ammontava nel 2018, lasciando intendere che i problemi sono ben più profondi di quanto si crede (I-Dome.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr