Finto bancario le svuota il conto corrente: spariti 12mila euro

Finto bancario le svuota il conto corrente: spariti 12mila euro
Il Giornale di Vicenza ECONOMIA

Dopo essersi collegata al sito, che riportava i loghi di un noto gruppo bancario, le veniva richiesto di digitare il suo codice titolare, pin e numero di cellulare.

Il finto bancario le svuota il conto corrente, portandole via 12 mila euro.

La malcapitata a quel punto non poteva far altro che stampare la lista movimenti e rendersi conto che il finto addetto bancario, una volta ricevuto i suoi dati, che lei stessa in buona fede gli aveva comunicato, aveva effettuato quattro ricariche e un bonifico a suo favore per un totale di quasi 12 mila euro

Al termine delle operazioni la giovane riceveva una nuova telefonata, questa volta però da un vero dipendente della sua banca che la informava della truffa. (Il Giornale di Vicenza)

Ne parlano anche altre testate

per il reato di truffa previsto e punito dall’art La sua posizione ora è al vaglio dell’Autorità giudiziaria di Vicenza che ha aperto un fascicolo a carico di A.J. (VicenzaToday)

LEGGI ANCHE > > > Si ritrova con 30 mila euro in meno sul conto, lacrime e rabbia. Le svuotano il conto di 12 mila euro: una truffa particolarmente crudele. Il trucco è sempre lo stesso, cambia solo il modus operandi. (ContoCorrenteOnline.it)

Vediamo allora chi ha deciso di chiudere e chi invece aumenterà le commissioni Conti correnti, le banche che chiudono e chi aumenta le commissioni. La Banca Centrale Europea, per incentivare il circolo del denaro e stimolare l'economia, ha deciso di portare i tassi di interesse in negativo per le banche UE. (QuiFinanza)

L'incredibile storia di un ristoratore veronese: «Miei conti correnti bloccati dal governo USA»

La storia in questione ci giunge da Torino dove un promotore finanziario ha dato vita ad un piano che ha dell’incredibile. Probabilmente pensava di essere inattaccabile in virtù dell’età avanzata delle sue vittime, a cui faceva credere che tutto filava liscio. (ContoCorrenteOnline.it)

Il problema è che questo "errore" del governo USA è costato al ristoratore veronese due mesi di ansie e numerosi fastidi. In realtà l'unico olio "trafficato" dal ristoratore veronese Alessandro Bazzoni era quello da cucina, e a rimarcarlo non senza una punta di humor è stato anche un recente articolo della Reuters dal titolo " Olio da cucina o greggio? (VeronaSera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr