“Come ci ha cambiati il Covid”, incontro con padre Maggi

Cronache Maceratesi SALUTE

I link per partecipare in diretta sul sito della Cna Macerata www.mc.cna.it.

con il teologo organizzato da Cna Macerata.

Abbiamo quindi chiesto la disponibilità di padre Alberto Maggi, teologo e scrittore, per tracciare una linea dopo questo primo giro di boa che speriamo ci possa portare a nuovi traguardi».

Il presidente di Cna Macerata, Giorgio Ligliani, propone sul vasto tema un video-incontro con il teologo padre Alberto Maggi: «Siamo giunti al ventesimo appuntamento web della nostra associazione. (Cronache Maceratesi)

La notizia riportata su altre testate

Sì: ma appena saputo del Covid, il meteorite ha decido di tenersi a debita distanza dal nostro pianeta. E’ vero che tanta gente, in questa fase 2, non rispetta le regole minime di sicurezza? (Corriere della Sera)

Mentre lo si fa, mettendo alla prova la propria memoria con il videogame, si avvia una donazione per l’ospedale di Bergamo. Con Eva Longoria, Andy Garcia e molti altri, il trio Il Volo. Che cosa si può fare nel ‘Tempo di una birra’ gustata online? (Primaonline)

Dopo ritardi su ritardi, quello di mercoledì dovrebbe essere per davvero il giorno che vedrà accogliere i primi pazienti al Covid Hospital. Spostare i pazienti vuol dire poter dare il via al ripristino degli ospedali alle loro funzioni originarie, ribattono Regione e Asur. (Vivere Civitanova)

I membri temono una prossima quarantena, un lockdown imposto nuovamente ai cittadini motivato da una forte necessità. L’OPINIONE DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO – Il rischio di una seconda ondata di contagi, in particolare proveniente dal sud, preoccupa altamente il Comitato tecnico scientifico. (DailyNews 24)

La Svezia elogiata per il non aver fatto quasi nessuna chiusura vediamo che i contagi rimangono circa stabili come numero , oramai molto più alti che l'Italia , sempre in rapporto alla popolazione, ed i decessi rimangono altrettanto alti seguendo esattamente l'andamento dei contagi. (Picchio News)

In busta paga si ritrovano pochi spiccioli come “ringraziamento” per aver rischiato la loro vita nelle trincee di una emergenza senza precedenti. C’è un’urgenza persino più grave ed è quella etica e morale che chiama in causa la coscienza individuale di ogni cittadino. (In Terris)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr