Il gioielliere posta una frase su Facebook, sotto centinaia di commenti di solidarietà

La Stampa INTERNO

E scrive, sempre sui social: «Solidarietà a Mario Roggero e alla sua famiglia, senza se e senza ma»

Alcuni sfociano nel giustizialismo: «Se lo sono meritati, è la cosa giusta»; «Bisogna farsi giustizia da soli visto che le istituzioni non intervengono».

E’ la citazione di Albert Einstein postata su Facebook da Mario Roggero poche ore dopo la tragica tentata rapina alla sua gioielleria di Gallo Grinzane finita nel sangue, con due banditi morti e un terzo rimasto ferito. (La Stampa)

Su altri media

del 28 aprile 2021 a Grinzane Cavour e conclusasi con la morte di due aggressori, questo Ufficio ha proceduto ad immediati accertamenti sul posto, compiuti dal Pm dr. Greco e dai Carabinieri della Compagnia di Alba e del Nucleo Investigativo di Cuneo. (Cuneo24)

“Grazie per la vostra solidarietà, grazie alle persone che dai balconi hanno applaudito il mio papà che ha difeso coraggiosamente mia mamma e mia sorella di fronte a un'arma da fuoco puntata con minacce di morte e di aggressione. (ilGiornale.it)

In queste ore gli inquirenti sono riusciti a identificare i due banditi deceduti. Com’è noto il tentativo si è concluso in tragedia, con la morte di due dei tre malviventi che componevano la banda. (Cuneodice.it)

Cuneo, tentata rapina a gioielliere: Salvini "Difesa sempre legittima"

La prima cosa che viene da fare di istinto quando la vita si fa dura è chiudersi per rifugiarsi nei labirinti della paura Il gioielliere di Gallo Grinzane, Mario Roggero, e sua figlia Silvia affidano ai social network le prime reazioni dopo quanto successo ieri, con un tentativo di rapina sfociato in sparatoria, nella quale sono morti due dei tre malviventi. (LaVoceDiAlba.it)

Una volta aperta la teca dei gioielli, uno dei banditi ha estratto la pistola, provocando la reazione della donna. È a quel punto che Roggero ha utilizzato la sua pistola sparando diversi colpi che hanno colpito i ladri. (ilGiornale.it)

“So solo che è stata presa di mira una famiglia onesta e per bene, ora sotto choc”, ha aggiunto Il loro negozio di Grinzane Cavour (Cuneo) era già stato rapinato nel 2015. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr