Vaccino: oltre 4mila prenotazioni a Parma per i 30-34enni

Vaccino: oltre 4mila prenotazioni a Parma per i 30-34enni
Gazzetta di Parma INTERNO

Questa mattina è stata la volta deli 30-34enni, i nati dal 1987 al 1991, e alle 13 sono già oltre 30mila, per la precisione 30.018, gli emiliano-romagnoli di questa fascia di età che hanno ricevuto data, luogo e ora della somministrazione.

Per prenotarsi non serve la prescrizione medica: bastano i dati anagrafici - nome, cognome, data e comune di nascita - o, in alternativa, il codice fiscale.

Tutte le informazioni aggiornate sono a disposizione sul sito regionale https://vaccinocovid. (Gazzetta di Parma)

La notizia riportata su altri media

Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 688 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 52 (tutti relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 57 guarigioni (55 delle quali relative a residenti in Basilicata). (La Gazzetta della Val d'Agri)

Milano, 12 giu. Lo riporta il verbale del Comitato tecnico scientifico, allegato alla circolare emanato dal ministero della Salute di aggiornamento del parere del Cts sui vaccini (LaPresse)

Salernonotizie.it è il primo portale online completamente gratuito di Salerno e provincia. Ogni giorno notizie, curiosità, cronaca, sport e rubriche su Salerno, Napoli, Benevento, Avellino e Caserta. Milioni di news dalla Campania per tenerti sempre aggiornato in modo chiaro e veloce, un occhio vigile sui fatti della tua città (Salernonotizie.it)

Vaccino anti-Covid, la decisione del Governo: Astrazeneca solo per gli over 60

Come spiegato dal Coordinatore del Cts Locatelli le prime dosi di vaccino Astrazeneca saranno riservate agli over 60, mentre la seconda dose per i minori di 60 anni dovrà essere somministrato un vaccino a mRna "considerata la disponibilità di piattaforme vaccinali alternative e seguendo il principio di massima cautela". (SondrioToday)

La Corte dei Conti ha fatto sapere che non ha registrato il decreto per la produzione del vaccino italiano che dunque non potrà ricevere i fondi da Invitalia per avviare la fase 3. Il futuro è adesso un'incognita, nonostante il Mise rassicuri sul prosieguo (Sky Tg24 )

Dopo lo stop annunciato ieri al vaccino AstraZeneca per gli under 60, arriva la circolare del ministero della Salute, con allegato il parere del Cts, che cambia la campagna vaccinale contro il Covid in Italia. (Il Faro online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr