Il bar ristorante del “Poeta“ festeggia 65 anni

Il bar ristorante del “Poeta“ festeggia 65 anni
il Resto del Carlino INTERNO

A costruire per poi aprirlo il 1° maggio del 1956, quello che allora era solo un bar, Giovanni Pazzaglia , chiamato da tutti il Poeta.

Nel frattempo oltre al bar veniva messo in funzione il ristorante.

Negli anni ’70 nacque il Poeta Club e con i gestori Rosario Pazzaglia e la moglie Filomena a organizzare memorabili serate di liscio e a ospitare cantanti famosi come Marcella Bella

Per due anni fece a meno, necessariamente della luce, poi con la costruzione di alcune case popolari arrivò anche l’energia elettrica. (il Resto del Carlino)

Ne parlano anche altri media

Lo hanno ribadito titolari e lavoratori dei pubblici esercizi, nel corso di una particolare assemblea organizzata davanti a Palazzo Zanca e promossa da Fipe Confcommercio di Messina e AssoristoratoriMe. (Quotidiano di Sicilia)

Altri hanno scelto le spiagge e i locali di Ostia, Fiumicino e Fregene. Complici il bel tempo e le temperature miti, molti sono tornati a occupare i tavoli all’esterno di bar e ristoranti della capitale, ma senza particolari assembramenti, soprattutto a Trastevere e in piazza San Calisto. (Sky Tg24 )

L'assessore al Commercio Marco Butti ha spiegato che "la proposta verrà elaborata nei dettagli in accordo con il settore Mobilità perché bisogna individuare non solo le modalità di concessione degli stalli blu ma anche in quali strade o piazze possano essere destinati agli esercenti, nel tenativo, ovviamente, di poter andare incontro al maggior numero di richieste possibile" L'iniziativa a cui sta lavorando il Comune di Como punta proprio a sostenere in questo momento di grande difficoltà proprio quelle attività - bar e ristoranti - che non hanno uno spazio all'aperto dove collocare i dehors, essenziali per accogliere i clienti visto che le misure anti-covid vietano di farli accomodare all'interno dei locali a causa del rischio di contagio. (QuiComo)

Primo maggio termolese tranquillo, occhio al cielo in bar e ristoranti Foto e video

Lo riporta la stampa locale. Inoltre, sarebbe stato violato il principio costituzionale di non discriminazione. (Ticinonews.ch)

È questa la decisione della giunta comunale in vista della piena ripresa della stagione turistica che ormai vede impegnati tutti gli operatori. Ecco, a proposito delle attività di ristorazione e di pubblico esercizio la giunta ha anche autorizzato l’estensione dei dehors. (Il Piccolo)

I commercianti hanno deciso di mettersi in gioco nel giorno della Festa del Lavoro, ma hanno raccolto non moltissimo, almeno questo è stato quanto ci ha riferito il loro portavoce Maurizio Giamberardino, che con Termolionline aveva lanciato il messaggio delle attività commerciali a disposizione di tutti anche nel giorno rosso in calendario, il rosso tradizionale, per carità, non quello “restrittivo”. (Termoli Online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr