“Questo non è amore”. La Polizia di Stato accanto alle vittime di violenza

“Questo non è amore”. La Polizia di Stato accanto alle vittime di violenza
Sardegna Reporter INTERNO

In occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” di oggi 25 novembre, riprende l’iniziativa “Questo non è amore”, slogan che la Polizia di Stato ha scelto di legare alla campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere.

Per la ricorrenza è stato allestito un camper, che da anni segue il progetto, predisposto come un ufficio mobile, dove personale specializzato si è reso disponibile per ascoltare ed aiutare le vittime di violenza domestica e stalking, fornendo utili consigli per combattere questo tipo di violenza contro le donne. (Sardegna Reporter)

Su altri media

"Resta ancora molta strada da fare, ma occorre continuare ad operare, individualmente e con azioni collettive, perché eliminare la violenza sulle donne è un obiettivo essenziale per il nostro vivere in comune", ha spiegato Mattarella Lo ha detto il capo dello Stato Sergio Mattarella in occasione della giornata per l'eliminazione della violenza contro le donne. (LiberoQuotidiano.it)

Il ruolo della figura sanitaria in una visita, nel corso del parto o durante una procedura di aborto dovrebbe essere empatico, rispettoso e informativo. “Dovresti essere abituata, visto il lavoro che fai” (all’epoca era social media manager di un’azienda di sex toys). (Il Fatto Quotidiano)

Oltre agli strumenti normativi e di sostegno alla rete dei centri, però, la battaglia è anzitutto culturale. Quasi 7 milioni di donne in Italia, secondo l’Istat, hanno subito violenza, fisica o psicologica. (Calabria 7)

Giornata contro la violenza sulle donne, le riflessioni della Commissione pari opportunità di Giulianova

L’associazione. CAMMINO-Camera Nazionale Avvocati per la persona, le relazioni familiari e i minorenni (www.cammino.org) – è una associazione riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense come associazione forense specialistica maggiormente rappresentativa dal 19 luglio 2013, accreditamento confermato con delibera in data 15 luglio 2016 n. (Sardegna Reporter)

Un giorno, un mese, di dibattiti, incontri non sono riusciti a debellare un fenomeno che fra l’altro è stato incrementato dalla pandemia. Una violenza che ha come presupposto il possesso, l’individualismo, la superiorità di un genere sull’altro, di un ruolo sull’altro, l’incapacità ad accettare un diniego, una sconfitta (BarlettaLive.it)

Anche grazie a queste ricorrenze nella società crescono la determinazione a contrastare il fenomeno della violenza contro le donne e la consapevolezza che per combattere tale fenomeno non si può prescindere dalla conoscenza, dalla condivisione, dall’analisi e dalla comunicazione di dati e informazioni sul problema. (Abruzzonews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr