Pnrr, l’errore di usare i soldi europei per il debito e non per la crescita

Domani ECONOMIA

Per una ragione semplice: i soldi che cominciano ad arrivare dall’Ue vanno in un fondo che li usa per progetti già approvati, che avremmo comunque avviato anche senza pandemia e Pnrr.

Succede poco, molto poco

Invece di usare i fondi europei o nazionali per evolverci, insomma, paghiamo spese arretrate.

Quindi, alla fine della partita di giro, i soldi del Pnrr per ora vengono usati soltanto per evitare l’emissione di nuovo debito pubblico che avremmo usato in alternativa come fonte di finanziamento. (Domani)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il governo Draghi gode di autorevolezza e popolarità, il semestre bianco garantisce un discreto orizzonte di stabilità politica. Nei prossimi mesi, dunque, il governo Draghi potrebbe diventare il bersaglio di due fuochi: l’assalto alla diligenza della spesa, da un lato, e gli spari incrociati fra interessi contrapposti dall’altro. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr