Agenzia delle Entrate e criptovalute: attenzione a queste email

Agenzia delle Entrate e criptovalute: attenzione a queste email
Punto Informatico ECONOMIA

Non ci sono dubbi, basta ricevere una mail firmata Agenzia delle Entrate e quasi tutti i contribuenti saltano sulla sedia.

Agenzia delle Entrate: attenzione alle mail che colpiscono chi acquista e vende criptovalute. Una nuova piaga informatica si sta abbattendo su molti utenti che sono soliti operare nel settore delle criptovalute investendo, comprando e vendendo o facendo trading.

L'Agenzia delle Entrate, infatti, sta allertando tutti gli utenti in merito a queste email phishing che sfruttano il suo nome

Si tratta di una serie di email che sfruttano il nome altisonante dell'Agenzia delle Entrate per spaventare i destinatari. (Punto Informatico)

Su altri media

Agenzia delle Entrate segnala truffa ai danni dei cittadini. L’ultima truffa in questo senso è stata segnalata proprio dall’Agenzia delle Entrate e si tratta di un vero e proprio tentativo di phishing ai danni degli italiani. (Consumatore.com)

La raccomandazione è quella consueta di cestinarli senza aprire gli allegati L'Agenzia delle Entrate comunica che è stata individuata una nuova campagna di phishing a danno dei cittadini, veicolata da false mail a nome dell’Agenzia, sulle incoerenze nelle comunicazioni delle “eliminazioni periodiche” Iva. (Gazzetta del Sud)

A tanti italiani sta arrivando una finta email dell’Agenzia delle Entrate. È proprio l’Agenzia delle Entrate a comunicare questo nuovo tentativo di phishing che prende a prestito i loghi e gli indirizzi email dell’Agenzia delle Entrate stessa per trarre in inganno i contribuenti. (iLoveTrading)

Criptovalute e trading online: occhio alla truffa sulle tasse. L'avviso dell'Agenzia delle Entrate

Vi ricordiamo che meno di un mese fa avevamo segnalato un'altra campagna phishing che sfruttava il nome dell'Agenzia delle Entrate di molto simile a quest'ultima (Telefonino.net)

I truffatori richiedono versamenti per imposte non dovute, affermando che sono previste dalla legge in seguito ad operazioni di trading online o su criptovalute. Il raggiro è realizzato da soggetti che operano a più livelli. (ANDI)

L’avviso dell’Agenzia delle Entrate. Ai contribuenti che effettuano operazioni di trading online e criptovalute è richiesta particolare attenzione sui tentativi di raggiro in circolazione, alla luce delle email segnalate negli ultimi giorni all’Agenzia delle Entrate. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr