Nel Sofà-Gate del regime Michel s'inchina al sultano

La Stampa INTERNO

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. il quotidiano e. gli allegati in digitale Sei già abbonato?

La visita che doveva servire a riavvicinare l’Unione europea alla Turchia sarà ricordata come “il Sofà-Gate”, con le immagini – diffuse su tutti i siti della grande stampa europea – della presidente della Commissione Ursula von der Leyen che all’ingresso nel salone di Ankara, preceduta dal presidente turco Recep Tayip Erdogan e seguita dal presidente del Consiglio Ue Charles Michel, si trova di fronte due sedie anziché tre, e malgrado un suo imbarazzato «Ehm…» realizza in pochi secondi che la sedia mancante è giusto la sua. (La Stampa)

Su altri media

Lo ha dichiarato il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani, durante il punto stampa organizzato in Piazza di Monte Citorio. “Mi auguro che si possa aprire un confronto con la Turchia sulla questione dell’immigrazione, della lotta al terrorismo, della sicurezza. (LaPresse)

(LaPresse) – Secondo quanto riporta il quotidiano turco Hurriyet l’ambasciatore italiano ad Ankara è stato convocato agli Affari esteri della Turchia per le dichiarazioni del presidente del Consiglio Mario Draghi sul presidente Erdogan (LaPresse)

Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, in un’intervista a Ln24, riguardo alla mancanza di una sedia per la presidente von der Leyen durante il colloquio con Erdogan ad Ankara. Milano, 8 apr. (LaPresse)

Turchia, Tajani: Fossi stato Michel avrei fatto sedere Von der Leyen

La Presidente @vonderleyen lasciata ai margini dell’incontro ufficiale mentre il posto d’onore è stato riservato a @eucopresident”. (Adnkronos) – “Questa foto rappresenta plasticamente la scarsa considerazione che il Presidente turco #Erdogan ha delle donne e dell’Europa. (Il Dubbio)

Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, in un’intervista a Ln24, riguardo alla mancanza di una sedia per la presidente von der Leyen durante il colloquio con Erdogan ad Ankara (LaPresse) – In quel momento “ero convinto che reagire, in qualunque modo, presentasse il rischio di mostrare una forma di paternalismo, forse è stato un errore da parte mia”. (LaPresse)

Lo dice a Tg2 Post il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani (LaPresse) – “Fossi stato in Charles Michel io mi sarei alzato e avrei fatto sedere Ursula Von der Leyen e sarei rimasto in piedi ma serve prontezza di spirito, non vedo malafede in Michel”. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr