Super green pass, cosa possono fare (e non fare) i non vaccinati

Super green pass, cosa possono fare (e non fare) i non vaccinati
Money.it SALUTE

Ma un’eccezione riguarda gli accompagnatori di persone non autosufficienti o disabili che non hanno l’obbligo di avere il super green pass

Gli accompagnatori di persone non autosufficienti e disabili potranno accedere con il solo green pass base.

Entriamo nel dettaglio per capire cosa si potrà fare e non fare senza il super green pass dal 6 dicembre al 15 gennaio 2022.

Cosa si può fare senza il super green pass. (Money.it)

La notizia riportata su altri media

Dal 15 dicembre. GREEN PASS RAFFORZATO. Introdotto dal 6 dicembre il green pass "rafforzato": si ottiene solo con vaccinazione o guarigione, non più con tampone. (Unione Monregalese)

— Paolo Becchi (@pbecchi) November 21, 2021. Gli intellettuali “no pass” hanno posizioni differenti, ma sono diventati punti di riferimento, probabilmente in alcuni casi involontariamente, per molti aderenti ai movimenti “no vax” e “no pass”, sul web. (Roccarainola.net)

Zona bianca. Prima di tutto, come ricorda Repubblica, c’è da dire che una regione per essere in zona bianca deve avere una incidenza di casi minore di 50 per 100mila abitanti per tre settimane consecutive. (il Giornale)

Green pass e viaggi in Ue: nessuna restrizione per chi è vaccinato

Dal Comune fanno però notare che già ora è previsto l’obbligo della mascherina nei luoghi affollati anche all’aperto. Il super green pass non è una restrizione ma un modo per superare le restrizioni». (Corriere del Mezzogiorno)

Il nostro Osservatorio ha inoltre stimato che questo “super green pass” rallenterà l’economia dell’Italia facendo perdere circa di circa 5miliardi e 500 milioni di euro di fatturato e soltanto in Campania si sfioreranno i 450 milioni in meno di perdite di fatturato tra il mondo del commercio e del turismo». (UlixesNews)

Con questa raccomandazione Bruxelles vuole evitare la frammentazione nell'approccio alla terza dose, già evidente tra i vari Stati membri. E' utile prevedere una dose di richiamo passati sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale (Il Giorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr