Afghanistan, la denuncia dei ribelli del Panshir: "Genocidio"

Afghanistan, la denuncia dei ribelli del Panshir: Genocidio
Più informazioni:
Adnkronos ESTERI

E i ribelli denunciano: "Quello che stanno compiendo è un genocidio".

Scatta intanto l'allarme terrorismo, con l'Isis pronta a colpire durante la cerimonia - poi rimandata - di insediamento del nuovo governo

Afghanistan, regione del Panshir sotto attacco dei talebani.

(Adnkronos)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il gippone blindato americano della resistenza anti talebana è incenerito e accartocciato su uno dei tornanti della valle del Panshir. L'automobile comune e scassata, gli abiti afghani che indossiamo e la barba che cresce hanno evitato l'attenzione dei talebani di guardia. (il Giornale)

''I Talebani stanno perquisendo casa per casa, vanno di villaggio in villaggio per uccidere i giovani'', si legge. ''Il Fronte di resistenza nazionale si è spostato sulle montagne e la nostra gente vuole resistere'', si legge nel tweet. (Tiscali.it)

La storia di Ahmed. L’unica speranza per tante famiglie è la fuga verso Nazioni ospitanti democratiche. Io e la mia famiglia lo sappiamo bene: per causa loro, siamo dovuti scappare dal nostro Paese più volte”. (In Terris)

Afghanitan, i talebani: "Le donne servono solo a fare figli". Massacri nel Panshir

“I talebani sono con i terroristi e non sanno governare" leggi anche Afghanistan, giornalisti picchiati per aver documentato protesta Massoud torna poi a parlare della situazione attuale in Afghanistan e dei talebani al governo. (Sky Tg24 )

“Ci sono garanzie” per la comunità internazionale in termini di protezione dei diritti delle donne e delle ragazze? Stando a quanto affermato dal Fronte nazionale è perciò falso quanto detto dai Talebani, secondo i quali la Valle del Panshir è stata espugnata. (Il Fatto Quotidiano)

Le strade della valle per quasi tutta la giornata sono state chiuse dai talebani impedendo alla popolazione di scappare verso Kabul. Quel che resta della residenza guidata da Ahmad Massud, il figlio del mitico Leone del Panshir, parla di "genocidio e pulizia etnica" con rastrellamenti "casa per casa, di villaggio in villaggio per uccidere i giovani" (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr