Forza nuova: restano in carcere Fiore, Castellino e gli altri 4 arrestati

Forza nuova: restano in carcere Fiore, Castellino e gli altri 4 arrestati
LaPresse INTERNO

Roma, 14 ott.

La gip Annalisa Marzano ha emesso una nuova ordinanza che dispone il carcere per i leader di Forza nuova Giuliano Castellino e Roberto Fiore, per l’ex nar Luigi Aronica, Biagio Passaro di ‘Io apro’, Pamela Testa e Salvatore Lubrano

(LaPresse) – Restano in carcere le 6 persone arrestate per l’assalto alla sede della Cgil di sabato scorso, nel corso della manifestazione ‘no green pass’ a Roma. (LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri media

Roma, 14 ott. (LaPresse) -. (LaPresse)

Accedi Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 2 Articoli rimanenti Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Sei già abbonato? (La Sentinella del Canavese)

(LaPresse) – “Fiore non si espone nei comizi, non collabora alla devastazione dei locali del sindacato, ma organizza la manifestazione, dirige i cortei, ne stabilisce i percorsi, tratta e parla con le forze dell’ordine e decide finanche quando l’azione criminosa deve cessare”. (LaPresse)

«Castellino? Era rischioso arrestarlo»

In alcuni momenti della storia di un Paese, anche piccoli gesti con enorme significato simbolico possono intervenire in una storia. Poi uno può parlare del comunismo degli altri Paesi ma la storia dell’Italia ha visto il fascismo storico fare delle cose orrende. (Radio Radio)

(LaPresse) – “L’incontenibile tendenza a violare le regole e, cosa ancora più grave, ad istigare altri a non osservarle, nonché la connotazione spesso violenta e minacciosa delle sue condotte, impone il ricorso al presidio cautelare del massimo rigore”. (LaPresse)

Giorgia Meloni lo accusa di aver favorito gli scontri per poter addossare la colpa alla destra. Le spiegazioni non sono bastate alle opposizioni che continuano a criticare la gestione della piazza da parte del Viminale. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr