Palermo, addebiti da Google Play non autorizzati: indagini in corso

ilSicilia.it ECONOMIA

Sta di fatto che tutti i pagamenti sospetti vengono indirizzati verso Google Play, il market android di Google dove gli utenti trovano e scaricano le app.

Ma in questi giorni i casi sono già stati numerosi come confermano negli uffici postali.

Solo oggi alla polizia postale di Palermo sono stati circa una decina le denunce presentate.

Cronaca Palermo IL FATTO Palermo, addebiti da Google Play non autorizzati: indagini in corso di Redazione 22 Ottobre 2021. (ilSicilia.it)

Ne parlano anche altri media

Sta di fatto che tutti i pagamenti sospetti vengono indirizzati verso Google Play, il market android di Google dove gli utenti trovano e scaricano le app. Solo oggi alla polizia postale di Palermo sono stati circa una decina le denunce presentate. (BlogSicilia.it)

Solo oggi alla polizia postale di Palermo sono stati circa una decina le denunce presentate. Nel modulo si devono segnare tutti quei pagamenti sospetti che non sono stati effettuati, ma che sono frutto della truffa. (Livesicilia.it)

È quanto sta accertando in questi giorni sia la polizia postale di Palermo che gli uffici postali del capoluogo che si vedono presentare richieste per bloccare carte e richiedere rimborsi per acquisti e transazioni mai eseguiti. (Giornale di Sicilia)

Sta di fatto che tutti i pagamenti sospetti vengono indirizzati verso Google Play, il market android di Google dove gli utenti trovano e scaricano le app. Senza tanti complimenti vengono eseguiti tanti piccoli prelievi di quattro o cinque euro con tanto di commissione di 0,05 centesimi o 0,10 centesimi per le transazioni internazionali. (BlogSicilia.it)

Nel modulo si devono segnare tutti quei pagamenti sospetti che non sono stati effettuati, ma che sono frutto della truffa Piccole somme che non destano allarme nei clienti delle carte di credito e che spesso sfuggono, ma che rischiano con il passare del tempo di svuotare i conti. (La Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr