Confesercenti, Liso: "Siamo già in lockdown, ora aiuti concreti dallo Stato"

Confesercenti, Liso: Siamo già in lockdown, ora aiuti concreti dallo Stato
ilGiornale.it ECONOMIA

Già nei giorni che hanno preceduto il Capodanno, a Milano è stato registrato un calo del 29 per cento dei consumi

Chiediamo un aiuto concreto allo Stato perché rimanere aperti ma senza dipendenti equivale alla chiusura…", ha spiegato Liso.

Ma il terrore del contagio frena tutto e le città piombano in una sorta di lockdown silente e mascherato che uccide le attività commerciali.

A rischio ci sono migliaia di posti di lavoro, famiglie che potrebbero restare senza reddito senza l'aiuto concreto dello Stato. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Prospettive radicalmente mutate nell’ultimo mese: negozi e pubblici esercizi vuoti, migliaia di alberghi chiusi per mancanza di turisti. “Un problema soprattutto per le piccole e piccolissime imprese italiane del turismo, della ristorazione, del commercio e dei servizi (Casertasera.it)

“Un problema soprattutto per le piccole e piccolissime imprese italiane del turismo, della ristorazione, del commercio e dei servizi Smart working e pubblici esercizi. (CremaOggi.it)

Patrizia De Luise, presidente di Confesercenti, lancia l’allarme ai microfoni de Il Corriere della Sera: “il lockdown c’è nei fatti. L’aumento dei casi di positività al Covid in tutta Italia ha fatto tornare la penisola a colorarsi di giallo e presto anche di arancione, con relative restrizioni che pesano su turismo e servizi. (StrettoWeb)

Confcommercio: misure di sostegno per le attività, sembra di essere tornati in lockdown

Nell’ultimo mese, le prospettive delle imprese del turismo, del commercio e dei pubblici esercizi sono radicalmente mutate. (Positanonews)

Sono orgoglioso di farne parte, ma sono ancor più felice se penso che quello che abbiamo fatto in questi quasi vent’anni continuerà, grazie alla ricerca e alla didattica, a crescere e a diffondersi, in virtù di quella che i Latini avrebbero definito giustamente industria felix» (G. (Il mattino di Foggia)

In un contesto così allarmante occorrono subito misure a favore delle attività più colpite a partire dal rinnovo della cassa integrazione Covid e delle moratorie fiscali e creditizie per arrivare a nuovi ristori mirati. (ekuonews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr